Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Italia »

METEO 7 Giorni: CALDO sino ai primi di luglio, poi violenta burrasca

METEO SINO AL 4 LUGLIO 2020, ANALISI E PREVISIONE

Giugno chiudere in controtendenza rispetto a come era iniziato, senza più quei capricci che avevano portato a lungo un tipo di tempo poco estivo. L'affermazione dell'anticiclone subtropicale sul Mediterraneo sta diventando una realtà, dopo diversi giorni in cui è stata un'alta pressione ibrida a dominare, in parte con caratteristiche più miti azzorriane.

Sul Nord Italia rimane qualche disturbo, dovuto a nuove infiltrazioni umide d'origine atlantica, ma si limiterà a temporali di calore a carattere più isolato sui rilievi alpini e prealpini. L'aria calda portata dall'anticiclone africano tende a riscaldare il clima su molte regioni, ma il picco di calore è previsto solo nei primi giorni di luglio.

METEO: la BURRASCA spazza CANICOLA d'Africa

La componente africana dell'anticiclone si andrà infatti ad accentuare, con il clima che si farà rovente. Oltre al caldo, sarà l'afa a salire in cattedra. Questa escalation delle temperature si deve appunto alla riscossa dell'anticiclone africano che, dopo essere rimasto per lungo tempo a latitudini molto basse, tende a risalire in modo prepotente sul Mediterraneo Centrale e sull'Italia.

immagine 1 articolo meteo 7 giorni caldo sino inizio luglio poi burrasca

PICCO DEL CALDO, POI BREAK A SUON DI TEMPORALI

La rimonta anticiclonica subtropicale scaturirà da un'attiva depressione sul Regno Unito, che andrà a scavare una saccatura protesa fin verso le Azzorre e l'Atlantico Portoghese. Inevitabilmente, una massa d'aria più rovente verrà traghettata a ridosso dell'Italia. Il caldo più forte si patirà al Sud e sulle due Isole Maggiori, dove non escludiamo picchi di temperatura prossimi ai 38-40 gradi.

Il picco di caldo si raggiungerà proprio nei primi giorni di luglio, poi seguirebbe un cambiamento potenzialmente drastico a partire dal 3-4 luglio. In questo frangente l'anticiclone africano verrà pressato dall'azione incalzante di una depressione centrata sulla Penisola Scandinava. Un impulso frontale a carattere freddo riuscirebbe ad insinuarsi verso l'Italia.

Il peggioramento avrebbe effetti principalmente al Nord e marginalmente sulle regioni centrali. Questo fronte temporalesco, associato ad aria più fresca atlantica, porterebbe un primo refrigerio. L'anticiclone africano sarebbe poi subito costretto a soccombere da una nuova incursione d'aria fresca e instabile, in seno ad una saccatura diretta principalmente sui Balcani.

METEO LUNEDI' 29 GIUGNO, TEMPORALI SULLE ALPI E SOLLEONE ALTROVE

Lo scenario proseguirà sulla stessa falsariga, con sole prevalente ed ulteriori insidie sulla catena alpina, che verrà lambita dal transito di un impulso instabile. Temporali si formeranno fin dal mattino sulle Alpi, in maniera un po' più organizzata. I rovesci si spingeranno entro sera alle aree pedemontane e alte pianure del Triveneto e della Lombardia orientale.

Trattandosi di temporali di tipo frontale accentuati dal forte riscaldamento diurno, localmente non sono esclusi fenomeni di forte intensità accompagnati da violente grandinate e colpi di vento. Sul resto d'Italia avremo sole, a parte nubi compatte al mattino sul Levante Ligure con qualche isolata goccia di pioggia. Temporanei annuvolamenti pomeridiani si avranno anche in Appennino.

ANTICICLONE AL CLOU, MA ANCORA LIEVI DISTURBI

Lungo il bordo settentrionale dell'anticiclone, che si troverà lungo l'Arco Alpino, continueranno a farsi strada infiltrazioni instabili, a tratti, a stimolare la formazione di qualche temporale. Nella giornata di martedì il sole dominerà quasi ovunque, ma nel pomeriggio assisteremo al consueto sviluppo di nubi cumuliformi su aree alpine e prealpine con sporadici acquazzoni.

Mercoledì si farà invece strada la coda di un nuovo passaggio instabile, con fenomeni temporaleschi che questa volta potrebbero risultare più diffusi. Dopo aver coinvolto le Alpi, gli acquazzoni tenderanno ad interessare anche parte delle pianure soprattutto del settore centro-occidentale. Sul resto d'Italia continuerà a splendere il sole in modo indisturbato.

CALDO ROVENTE CON PICCO ENTRO GIOVEDI', POI PIU' FRESCO

Crescerà il caldo nei primi giorni della nuova settimana. Il clou dell'onda calda è previsto tra mercoledì e giovedì, con qualche picco fino a 38-40 gradi, poi le temperature dovrebbero subire un drastico ridimensionamento, prima al Nord, poi anche al Centro Sud, per l'ingresso d'aria più fresca di origine atlantica.

ULTERIORI TENDENZE METEO

Luglio partirebbe col botto, prima con il grande caldo e poi subito con temporali violenti e refrigeranti a partire dal Nord. L'anticiclone africano subirà infatti l'assalto di una serie d'impulsi instabili, con correnti più fresche nord/occidentali. Le temperature cominciano a diminuire al Nord, mentre il caldo intenso rimarrà al Centro ed al Sud per poi attenuarsi nel weekend 4-5 luglio.

Rammentiamo che le previsioni meteo con validità sino a 5 giorni hanno una maggiore affidabilità, mentre questa decresce man mano che ci allontaniamo nel tempo.

METEO CITTÀ
- ANCONA
- AOSTA
- BARI
- BOLOGNA
- CAGLIARI
- CAMPOBASSO
- CATANZARO
- FIRENZE
- GENOVA
- L'AQUILA
- MILANO
- NAPOLI
- PALERMO
- PERUGIA
- POTENZA
- ROMA
- TORINO
- TRENTO
- TRIESTE
- VENEZIA

TUTTE LE ALTRE LOCALITÀ ED I BOLLETTINI METEO
- Previsioni meteo ITALIA ed tutto il Mondo

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina