Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Italia »

Meteo 7 giorni: arriva CICLONE MEDITERRANEO. Rischio nubifragi, MALTEMPO

immagine 1 articolo meteo 7 giorni arriva ciclone mediterraneo rischio nubifragi maltempo

METEO SINO AL 16 NOVEMBRE, ANALISI E PREVISIONE

Il maltempo sta tornando prepotentemente all'assalto dell'Italia, con lo scenario meteo che si va ulteriormente deteriorando per la genesi di un profondo ciclone, ora a ridosso della Sardegna. Tale depressione è innescata da un nucleo d'aria fredda giunta dalla Francia e dai contrasti esplosivi con le acque tiepide del Mediterraneo. Correnti umide meridionali vengono richiamate dal Nord Africa.

Meteo 15 giorni, sferzate di MALTEMPO invernale. Freddo

Ci sono tutti gli ingredienti per una fase perturbata decisamente intensa. L'evoluzione meteo appare davvero compromessa per l'avvio di settimana. A seguito dell'affondo del vortice freddo sull'entroterra del Nord Africa, nella seconda parte di lunedì una nuova esplosiva ciclogenesi prenderà forma al suolo tra la Tunisia, il Canale di Sicilia ed il Mar Libico.

Tale vortice tenderà poi a risalire lentamente verso nord, in direzione del Tirreno. Questa depressione va monitorata con attenzione, poiché potrebbe raggiungere valori di pressioni anche inferiori ai 990 hPa. Correnti sciroccali molto intense trasporteranno aria particolarmente mite ed umida verso il Mar Ionio e la Sicilia, alimentando grosse celle temporalesche verso le aree ioniche.

Gelido meteo di Novembre... 30 gradi sotto zero in Svezia!

MALTEMPO NON STOP, CICLONE POI RINVIGORITO DA NUOVA ARIA FREDDA

La depressione resterà energica ed attiva per più giorni, con rischio di maltempo anche violento soprattutto sulle regioni del Sud tra martedì e mercoledì. Il vortice non riuscirà a trovare sbocco verso levante, a causa della presenza di un anticiclone di blocco sull'Europa Orientale. Ci sarà quindi la possibilità di temporali di forte intensità, oltre che di venti di burrasca.

METEO per domani, lunedì 11 novembre. MALTEMPO con rischio NUBIFRAGI

Attorno a metà settimana il vortice ciclonico dovrebbe poi essere agganciato da nuovi impulsi freddi e perturbati in discesa dal Nord Atlantico. Il flusso perturbato oceanico tornerà quindi alla carica nella seconda parte della settimana, supportato da aria più fredda con ulteriori nevicate sui rilievi a quote relativamente basse e temperature nuovamente in flessione.

Al momento non si vede alcuno spiraglio di miglioramento, in quanto le correnti perturbate nord-atlantiche, relativamente fredde, alimenteranno una configurazione ciclonica sul bacino centro-occidentale del Mediterraneo. L'autunno continuerà a ruggire senza tregua, con pioggia, neve a quote localmente basse sulle Alpi, ma anche in Appennino. Il contesto sarà a tratti invernale.

TEMPERATURE, super sbalzi in settimana. Brusco rialzo, poi di nuovo FREDDO

LUNEDI'E MARTEDI' METEO AVVERSO PER CICLONE ESPLOSIVO

L'approfondimento di un vortice di bassa pressione tra Sicilia e Tunisia innescherà un peggioramento che si preannuncia molto intenso. La giornata di lunedì vedrà nubi e qualche pioggia inizialmente più probabili tra Sardegna orientale, regioni centrali tirreniche e Nord Italia, fatta eccezione per l'estremo Nord-Ovest dove non sono attesi fenomeni tra Piemonte e Valle d'Aosta.

Corrente del Golfo, gelerà il meteo terrestre se associato al Minimo Solare

Entro sera forti piogge e temporali raggiungeranno Sicilia e Calabria meridionale, con rischio di nubifragi sull'isola e sui settori ionici calabresi. Per martedì il ciclone mediterraneo potrebbe scatenare forte maltempo sulle regioni meridionali, accompagnato da venti burrascosi. Sarà una situazione allarmante, in merito al rischio di dissesti idrogeologici e alle violente mareggiate.

Il maltempo investirà anche la Sardegna, con rinforzo del maestrale fino a burrasca sulle coste di ponente. Piogge meno forti interesseranno anche gran parte del Centro Italia, Emilia, Triveneto e Lombardia. Qualche piovasco interesserà anche il Levante Ligure, mentre resteranno all'asciutto Piemonte e Valle d'Aosta.

Riscaldamento stratosferico in corso: l'Inverno anticipa i tempi

EVOLUZIONE METEO A LUNGO COMPROMESSA

Mercoledì la fase acuta di maltempo inizierà ad allentare la morsa, anche se avremo instabilità diffusa con piogge sparse, più diffuse al Sud e sui versanti adriatici. A partire da giovedì un nuovo impulso più freddo dal Nord Europa determinerà un peggioramento che andrà a coinvolgere il Nord. Tornerà la neve a quote più basse sulle Alpi.

RIALZO TERMICO PER SCIROCCO, POI NUOVO CALO TERMICO

In avvio di settimana, a seguito dell'approfondirsi dell'area di bassa pressione tra Sardegna e Sicilia, avremo un richiamo di correnti più miti meridionali con lo scirocco che farà risalire le temperature. Subito dopo metà settimana, l'area depressionaria verrà riagganciata dalle correnti nord-atlantiche e lo scenario tornerà a ribaltarsi, con il ritorno di un contesto perturbato invernale.

ULTERIORI TENDENZE METEO

Nuove perturbazioni caratterizzeranno con ogni probabilità l'evoluzione meteo sul finire della settimana. Si prolungherebbe dunque la fase piovosa sulle nostre regioni. L'anticiclone continuerà a rimanere defilato, favorendo l'arrivo a più riprese di masse d'aria più fredda, con temperature che si porteranno al di sotto delle medie del periodo.

Aggiornamenti e monitoraggio evoluzione meteo, 24/24 ore a cura dello Staff

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d'Italia, oppure vai su CERCA la tua localita' nel campo form in alto alla pagina:

- ANCONA

- AOSTA

- BARI

- BOLOGNA

- CAGLIARI

- CAMPOBASSO

- CATANZARO

- FIRENZE

- GENOVA

- L'AQUILA

- MILANO

- NAPOLI

- PALERMO

- PERUGIA

- POTENZA

- ROMA

- TORINO

- TRENTO

- TRIESTE

- VENEZIA

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina