Meteo Giornale » Archivio » L'Opinione »

INVERNO, c'è solo un elemento che può salvarlo

Inutile nascondersi dietro a un dito: il Vortice Polare sta avendo la meglio su tutto. E' arrivato il famigerato bivio stagionale, della serie o tutto o niente. Il niente, per capirci, è lo stato del meteo attuale e quindi la costante invadente Alta Pressione. Il tutto è la "sorpresa", che potrebbe scaturire dalla troposfera.

immagine 1 articolo inverno ce solo un elemento che puo salvarlo Credit iStock.

Andiamo con ordine. La giornata di oggi, 13 gennaio, sta conclamando il cosiddetto "ESE cold". Stiamo parlando di un evento stratosferico estremo, ovvero l'estremo raffreddamento della stratosfera che conduce al compattamento e accentramento del Vortice Polare. Quando ciò avviene c'è poco da fare e da dire, se non che autorevoli studi scientifici in materia sostengono che il condizionamento troposferico si protrarrà per un periodo di 40-60 giorni.

CENTRO METEO EUROPEO: seconda metà di Gennaio fredda e perturbata

Per farvi capire cosa potrebbe succedere ragioniamo in termini di indice NAO strapositivo, ovvero l'aria gelida ben custodita oltre il Circolo Polare Artico e invadenti Anticicloni a medie latitudini. Un po' quello che sta succedendo in questo primo scorcio del nuovo anno. Se abbiamo un'Alta Pressione indomita è perché il Vortice Polare è forte e ha continuato a rafforzarsi per tutta la prima decade di gennaio.

A questo punto viene da chiedersi cos'è che ci potrebbe salvare da un Inverno insulso. Perché capiamoci, in queste condizioni si potrebbe arrivare sino a marzo senza colpo ferire...

Escalation invernale potenziale con sconquasso esplosivo in atmosfera

La risposta al quesito potrebbe arrivare dalla troposfera e quindi da quella parte dell'atmosfera prossima al suolo laddove le variabili a contorno possono giocare un ruolo importantissimo. Una di queste variabili è rappresentata dalla cosiddetta "convezione tropicale", rappresentata dall'indice MJO. Ne abbiamo già parlato, ma è bene rammentare che tale indice assume determinati valori a seconda delle "fasi" considerate.

A quanto pare potrebbe andare in fase 6, poi 7, forse persino 8. Significa che la convezione si sta spostando verso il Pacifico occidentale e quando ciò accade possiamo assistere a pressioni crescenti - appunto in forma di onde di pressione - sul Vortice Polare. Ecco, ciò che viene da domandarsi è se tali azioni saranno in grado di destabilizzare una struttura - quella Polare appunto - che sembra inattaccabile.

E' questo il possibile asso nella manica di un Inverno che altrimenti rischierebbe di chiudere baracca e burittini prima del tempo. Noi contiuneremo a monitorare la situazione e a tenervi aggiornati, state tranquilli perché non ci inventeremo nulla e se dovessero arrivare indicazioni riguardanti la fine dell'inverno ve lo diremo. Senza nasconderci dietro a un dito.

Pubblicato da Alessandro Arena

Inizio Pagina