Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

FREDDO, GELO e rischio NEVE fino in pianura. Arriva l'inverno in ritardo

immagine 1 articolo freddo gelo rischio neve fino in pianura arriva inverno tardivo

Quello che non abbiamo visto nel corso di tutto l'inverno rischia di accadere ora nella terza decade di marzo, a primavera avviata. Arrivano infatti sempre più conferme in merito all'evoluzione meteo a partire dal 22-23 marzo, con l'Italia che finirà sotto l'azione di fredde correnti d'origine russa.

I primi evidenti segnali di cambiamento si andranno a creare fra venerdì e sabato, con l'anticiclone che punterà verso nord e porterà i propri massimi di pressione tra il Mare del Nord e il comparto baltico-scandinava, lasciando così più scoperta l'area centro-meridionale europea ed il Mediterraneo.

Super Anticiclone agli sgoccioli. Dal caldo anomalo al freddo dalla Russia

Inizierà così ad affluire aria molto fredda dapprima di matrice artica e poi russo-siberiana verso l'Europa Centro-Orientale. Il soffio gelido irromperà sul cuore del Continente tra il 20 e il 21 marzo, quindi proprio in coincidenza dell'equinozio di primavera che invece vedrà questo incredibile colpo di coda invernale.

Ne deriverà un consistente e repentino raffreddamento prima sull'area baltico-scandinava e poi sulle nazioni centro-orientali. L'aria gelida, in una seconda fase, continuerà a scorrere con moto retrogrado verso Balcani, Italia e Mediterraneo Centrale.

FREDDO dalla RUSSIA, svolta meteo clamorosa. Tutti gli ultimi aggiornamenti

In Italia questo fiume d'aria fredda, trasportato da correnti di grecale, irromperà ad iniziare dal 22 marzo sul Nord-Est sotto forma della classica Bora rafficosa a Trieste, poi a inizio settimana tutto il Paese sarà sotto scacco del flusso rigido dai Balcani.

Il clima si farà invernale e piuttosto rigido, tra lunedì e mercoledì, quando affluirà il grosso dell'aria fredda che determinerà anche instabilità sulle aree esposte adriatiche del Centro-Sud, ove si avranno nevicate anche a quote bassissime. Non possiamo ovviamente addentrarci sul dettaglio dei fenomeni.

Il calo termico sarà certamente l'evento saliente, con un crollo in picchiata anche di 10-15 gradi, più forte in montagna e sui versanti adriatici. Il raffreddamento sarà ulteriormente esaltato dal vento. Sulle aree più riparate dal vento o non appena il vento si attenuerà si avranno pericolose gelate tardive.

Rammentiamo che le previsioni meteo con validità sino a 5 giorni hanno una maggiore affidabilità, mentre questa decresce man mano che ci allontaniamo nel tempo.

METEO CITTÀ
- ANCONA
- AOSTA
- BARI
- BOLOGNA
- CAGLIARI
- CAMPOBASSO
- CATANZARO
- FIRENZE
- GENOVA
- L'AQUILA
- MILANO
- NAPOLI
- PALERMO
- PERUGIA
- POTENZA
- ROMA
- TORINO
- TRENTO
- TRIESTE
- VENEZIA

TUTTE LE ALTRE LOCALITÀ ED I BOLLETTINI METEO
- Previsioni meteo ITALIA ed tutto il Mondo

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina