Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Le insidie di un nucleo freddo sulla Germania

immagine articolo le insidie di un nucleo freddo sulla germania Dall'ultima immagine del satellite si notano le nubi responsabili delle precipitazioni anche nevose a bassa quota sull'Europa Centrale. Fonte: www.meteogiornale.it/meteosat.php. Copyright Eumetsat. Lo scenario attuale sul Mediterraneo non è certamente in linea con l'entrante Primavera, anche se questa stagione è tradizionalmente fatta di alti e di bassi.

Così, dopo un inizio scoppiettante del mese di Marzo, la situazione meteorologica è tornata indietro, proponendoci scenari decisamente invernali, un po' su tutta la Penisola.

Niente di straordinario, visto che la stagione primaverile è fatta di questi repentini cambiamenti, essendo una stagione di transizione tra l'Inverno e l'Estate.

Tuttavia, sembra che questa "ferita" al tempo atmosferico della nostra Penisola sia di lunga durata, il che contrasta fortemente con una linea di tendenza verso il caldo che sembrava oramai consolidata da diversi mesi.

Attualmente, è interessante osservare lo sviluppo di una depressione presente sulla Germania.

Qui, in quota, si misurano temperature di -31°C a 500 hPa, grazie alla presenza di un minimo di 5330 Gpm che stanotte era presente tra la Germania centrale e la Rep. Ceka.

Ad 850 hPa le temperature sono invece nella zona comprese tra -5 e -6°C.

Tutto questo freddo in quota unito ad una circolazione depressionaria al suolo (1004 hPa), sta provocando estese piogge e nevicate: sta nevicando infatti attualmente (ore 09 del mattino), a Karlsruhe, a Lechfeld, a Landsberg, ad Hessen, a Stoccarda, ed in diverse alte città il cielo è molto nuvoloso con temperature vicine allo zero.

Sta nevicando, inoltre, anche a Berna e Zurigo, in Svizzera, con +1°C.

Questo minimo barico "tedesco", presente sia al suolo che in quota, riveste grande importanza per il tempo dei prossimi giorni sulla nostra Penisola.

I principali modelli matematici, infatti, ne prevedono una traslazione verso sud ovest, andando così a gettarsi dal Rodano verso il Golfo Ligure, e poi da qui verso il Tirreno Centrale.

Si tratta di un'evoluzione piuttosto rapida, che porterebbe ad un peggioramento del tempo generalizzato, con neve ancora a quote insolitamente basse per la stagione, e piogge abbondanti in particolare sul Centro Sud.

Vedremo nelle prossime ore se tale evoluzione verrà sostanzialmente confermata.

Pubblicato da Marco Rossi

Inizio Pagina