Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Italia »

Meteo sino al 2 Giugno: crescente flusso fresco e instabile, più TEMPORALI

METEO SINO AL 2 GIUGNO 2020, ANALISI E PREVISIONE

Lo scenario meteo sullo scacchiere europeo resta caratterizzato dalla contrapposizione di una recidiva circolazione di bassa pressione sull'Europa Orientale rispetto all'alta pressione presente sul settore centro-occidentale europeo. L'Italia tende a trovarsi proprio nell'area di confine tra le due distinte circolazioni.

I massimi di pressione, posizionati sulla Gran Bretagna ed in successiva evoluzione verso il Mare del Nord e la Penisola Scandinava, favoriranno una parziale spinta retrograda della depressione balcanica fin verso il Mediterraneo Centrale con ripercussioni anche in Italia. Il nostro Paese tenderà quindi a risentire in maniera più diretta dei flussi d'aria fresca e instabile dai Balcani.

FRONTE FREDDO irrompe venerdì, sconquasso meteo con ondata forti TEMPORALI

Oltre al calo termico, non mancherà una maggiore instabilità sull'Italia che si manifesterà con qualche acquazzone pomeridiano, principalmente sui rilievi ma localmente anche sul medio-basso versante adriatico. L'approssimarsi di un fronte freddo sarà causa di un peggioramento anche al Nord, con temporali a partire dalle Alpi.

immagine 1 articolo meteo sino al 2 giugno crescente fresco temporali

METEO Italia: tra anticiclone e correnti fresche, fine maggio turbolento

NEL WEEKEND METEO TURBOLENTO, TEMPORALI PIU' DIFFUSI

Si accrescerà ulteriormente l'influenza circolazione fresca dai Balcani che si farà sentire per diversi giorni, favorendo l'accentuazione dell'instabilità. Ci sarà una più marcata espansione retrograda della saccatura verso l'Italia. Una serie d'impulsi instabili, veicolati da aria ben più fresca in quota, riusciranno a raggiungere la nostra Penisola, determinando condizioni molto più turbolente.

Il fronte freddo più organizzato entrerà poi decisamente nel vivo venerdì, inserito entro un'ansa ciclonica che costringerà l'alta pressione ad arretrare verso ovest. Rovesci e temporali si estenderanno così a macchia d'olio lungo la Penisola da Nord verso Sud, con possibili fenomeni anche di forte intensità.

La perturbazione verrà spinta dall'intrusione d'aria ben più fredda in quota, incentivando così maggiormente i fenomeni temporaleschi, i quali risulteranno più diffusi e consistente nelle ore pomeridiane per i contrasti con il riscaldamento diurno. Questa configurazione barica avrà connotati di persistenza e avrà modo di caratterizzare anche il weekend ed il ponte del 2 Giugno.

METEO GIOVEDI' 28 MAGGIO, INSTABILITA' CRESCENTE SULLE ALPI

Nessuna rilevante novità è attesa in una prima fase, anche se vi sarà la presenza di nuvolosità più accentuata al Nord, legata al nuovo impulso instabile che si addosserà alle Alpi Centro-Orientali, con rovesci e temporali in estensione poi verso sera alle aree prealpine e localmente alle pianure più settentrionali tra Lombardia e Triveneto.

La maggiore instabilità sul Nord Italia sarà il segnale dell'approssimarsi di un impulso instabile più corposo. Il tempo sarà invece soleggiato sul Centro-Sud dell'Italia, a parte annuvolamenti temporaneamente più compatti sui rilievi, con qualche isolato acquazzone generalmente limitato ai maggiori settori montuosi lucani e calabresi.

FASE TEMPORALESCA PIU' VIVACE TRA VENERDI' E SABATO

Ritroveremo instabilità ben più accesa, per il transito di un impulso frontale retrogrado sospinto da aria più fresca in quota. Rovesci e temporali si estenderanno così lungo la Penisola, interessando a macchia di leopardo diverse regioni soprattutto al Centro-Nord. I fenomeni temporaleschi risulteranno più diffusi e forti nelle ore pomeridiane per i contrasti con il riscaldamento diurno.

A risentire dell'instabilità più corposa saranno le regioni del Centro Italia con particolare riferimento alle aree dell'entroterra, ma anche i settori alpini occidentali, il Basso Piemonte e la Liguria. Nella giornata di sabato il grosso dell'instabilità dovrebbe coinvolgere il Centro-Sud con temporali diffusi e non solo limitati al Nord. Il tempo sarà migliore al Nord, con qualche temporale sulle Alpi.

CORRENTI DA NORD-EST CON ULTERIORE CALO TERMICO

L'aria fresca dai Balcani porterà ad un abbassamento termico più sensibile tra i versanti adriatici e le zone che saranno colpite dall'instabilità. L'afflusso da nord-est sembra destinato a proseguire fino al prossimo weekend, con il caldo che resterà lontano fino almeno a inizio giugno. L'estate partirà in sordina, con caldo che gradualmente potrebbe arrivare dopo i primi di giugno, senza eccessi.

ULTERIORI TENDENZE METEO

Il tempo stenterà a stabilizzarsi per l'inizio di giugno, con l'Italia che sarà esposta ad ulteriori contributi d'aria fresca ed instabile dal Nord Europa. I temporali potrebbero essere così protagonisti e non sembrano esservi le condizioni per l'affermazione duratura dell'anticiclone e tanto meno dell'arrivo del caldo africano, quello serio.

Rammentiamo che le previsioni meteo con validità sino a 5 giorni hanno una maggiore affidabilità, mentre questa decresce man mano che ci allontaniamo nel tempo.

METEO CITTÀ
- ANCONA
- AOSTA
- BARI
- BOLOGNA
- CAGLIARI
- CAMPOBASSO
- CATANZARO
- FIRENZE
- GENOVA
- L'AQUILA
- MILANO
- NAPOLI
- PALERMO
- PERUGIA
- POTENZA
- ROMA
- TORINO
- TRENTO
- TRIESTE
- VENEZIA

TUTTE LE ALTRE LOCALITÀ ED I BOLLETTINI METEO
- Previsioni meteo ITALIA ed tutto il Mondo

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina