Meteo Giornale » Archivio » Indici Climatici »

Il Niño potrebbe lasciar posto alla Niña: conseguenze meteo sull'Italia

PREVISIONI METEO: le temperature oceaniche intertropicali nella zona dell'Oceano Pacifico sono rimaste piuttosto elevate negli ultimi anni.

Dopo lo straordinario Niño degli anni 2015/16, le temperature della zona centrale dell'Oceano Pacifico equatoriale (definita come zona Niño 3.4), sono lentamente diminuite, ma non si è mai sviluppata una vera e propria Niña, quel fenomeno opposto che porta a un deciso raffreddamento di tali temperature.

Anche quest'anno le temperature hanno oscillato su valori al di sopra della norma, tra una fase di neutralità ed una fase di Niño vero e proprio (che si verifica quando le anomalie superano di 0,5°C la normalità).

Ecco perché non fa FREDDO!

immagine 1 articolo nino nina conseguenze meteo italia

In condizioni di Niño persistente, anche se oscillante tra fasi di maggiore e minore intensità, c'è una correlazione con una maggiore invadenza dell'anticiclone africano sull'Europa ed in particolare sul Mediterraneo centro-occidentale.

L'indice AO potrebbe aggiornare il RECORD assoluto! Effetti meteo

Tuttavia i centri di calcolo matematici mostrano un indebolimento del Niño fino ad arrivare finalmente al fenomeno opposto.

La media dei modelli climatici indica il ritorno a condizioni perfettamente neutrali nelle temperature dell'Oceano Pacifico equatoriale; taluni modelli indicherebbero anche l'inizio di una Niña piuttosto decisa, ed allora potrebbe esserci un cambio drastico del tipo di circolazione sul Mediterraneo che è ormai bloccata da anni in condizioni di anticiclone e clima mite.

L'INVERNO ormai si è rotto, Primavera a rischio FREDDO tardivo

immagine 2 articolo nino nina conseguenze meteo italia

Si tratta comunque di previsioni che hanno bisogno di essere confermate nei prossimi mesi, non è infatti facile prevedere l'andamento delle correnti oceaniche a distanza di mesi.

Pubblicato da Giovanni De Luca

Inizio Pagina