Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Meteo Giornale »

ESTATE, è già incubo meteo per CALDO eccessivo

immagine 1 articolo estate e gia incubo meteo per caldo eccessivo

La primavera è dietro l'angolo, un intero trimestre durante il quale proveremo a raccontarvi le condizioni meteo climatiche giornaliere. Qual è la speranza? Ovvio, quella di poter descrivere giornate all'insegna della normalità. Ma il dubbio c'è, è enorme.

Il timore che quanto sperimentato in questo Inverno, mai esistito, ci si possa ritorcere contro. Staremo a vedere. Ma l'argomento di questo articolo in realtà è un altro, è l'Estate. Sì, l'Estate, perché alla fin fine non è che manchi così tanto. Chissà, se l'andazzo del caldo anomalo dovesse proseguire in Primavera potremmo ritrovarci a maggio a dover commentare temperature record. Ovviamente alte temperature.

Il METEO del futuro fa PAURA: Inverni simil tropicali ed Estati ROVENTI

Volete sapere una cosa? Analizzando attentamente i vari pattern atmosferici, quelli che per intenderci servono a farci capire il perché delle condizioni climatiche emisferiche, le notizie che abbiamo non sono per nulla incoraggianti. E come potrebbero esserlo visto quanto successo negli ultimi anni?

L'Estate 2020 potrebbe essere letteralmente rovente. Gli affondi depressionari in pieno Atlantico potrebbero innescare frequenti fiammate africane. E visto il caldo che sta già facendo in alcune zone dell'Africa subtropicale c'è da stare poco allegri.

Avrete probabilmente sentito parlare della tremenda invasione di locuste che sta colpendo alcune zone del continente africano. Ecco, gli sciami di cavallette hanno approfittato del caldo e della siccità, moltiplicandosi rapidamente. Ora si stanno spostando pian piano verso nord e contrastarne l'avanzata è veramente difficile. C'è già chi sostiene che d'Estate potrebbero volare fin verso le coste del Mediterraneo, sfruttando l'avanzata precoce del caldo.

Speriamo non sia così, speriamo che il caldo non sia eccessivo e che l'Estate possa regalarci momenti di spettacolare bel tempo senza la preoccupazione dell'afa e del solleone. Ma il rischio che l'Anticiclone africano diventi improvvisamente il protagonista indiscusso c'è, ed è alto.

Inutile girarci attorno, parlare di freddo ormai rappresenta un'eccezione mentre il caldo è diventato regola. Se le proiezioni dovessero cambiare tranquilli, saremo qua a darvene conto.

Pubblicato da Alessandro Arena

Inizio Pagina