Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

IRRUZIONE ARTICA, sì o no: ECMWF ci crede, GFS meno

immagine 1 articolo irruzione artica si o no ecmwf ci crede gfs meno

Dopo l'Alta Pressione, imponente, del primo weekend di Febbraio c'è realmente la possibilità che una possente irruzione artica porti un po' d'Inverno in molte zone dell'Europa centro occidentale.

Finalmente, dopo molte settimane di nulla assoluto, i due più importanti modelli matematici internazionali GFS ed ECMWF stanno delineando una vivace rimonta anticiclonica sul Nord Atlantico e una conseguente colata d'aria fredda - proveniente direttamente dal Circolo Polare Artico - lungo il fianco orientale dell'Alta Pressione stessa. Stiamo parlando di uno scambio meridiano particolarmente vivace, che potrebbe approfittare - lo si scrisse a suo tempo, citando l'alta probabilità di tale manovra sulla base di statistiche ampiamente assodate - dell'intervallo tra una pulsazione e l'altra del Vortice Polare.

Febbraio di FREDDO e NEVE? L'inverno si prepara...

Confrontando i modelli in oggetto, entrambi concordano sulla potente rimonta anticiclonica nell'Atlantico settentrionale, ma in questo caso possiamo dirvi che gli ultimi aggiornamenti vedono l'europeo ECMWF decisamente più aggressivo. Secondo tale modello aria molto fredda scivolerebbe dalla regione artica versi il sud dell'Europa occidentale e verso l'Europa centrale, ma verrebbe coinvolto anche il bacino del Mediterraneo. Dobbiamo però essere consapevoli che si tratta di proiezioni deterministiche, ciò significa che da qui a una settimana potrebbero cambiare molte cose.

Per avere una maggiore affidabilità previsionale abbiamo preso in considerazione soprattutto gli ensemble degli stessi modelli, quindi le proiezioni GEFS ed EPS. Entrambi sono sostanzialmente concordi, mostrandoci un forte promontorio anticiclonico sul Nord Atlantico e un'ampia irruzione artica diretta verso sud.

La tradizione disattesa, dov'è l'inverno? Gennaio termina super mite

In tal modo aumenterebbero in modo significativo le possibilità di neve a bassissima quota in alcune zone d'Europa, ma per quel che ci riguarda è decisamente prematuro parlarne. Perché se è vero che il modello europeo è nettamente più aggressivo, considerandoci come uno degli obbiettivi principali, è altrettanto vero che l'americano sta virando verso una minore possanza dell'irruzione e soprattutto verso un coinvolgimento della Penisola Iberica. Staremo a vedere.

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d'Italia, oppure vai su CERCA la tua localita' nel campo form in alto alla pagina:

I Giorni della Merla di fine gennaio 1999: BUFERE di NEVE e SUPER GELO

- ANCONA
- AOSTA
- BARI
- BOLOGNA
- CAGLIARI
- CAMPOBASSO
- CATANZARO
- FIRENZE
- GENOVA
- L'AQUILA
- MILANO
- NAPOLI
- PALERMO
- PERUGIA
- POTENZA
- ROMA
- TORINO
- TRENTO
- TRIESTE
- VENEZIA

Centri Meteo concordi: prima il caldo, poi la prima vera ondata di freddo dell'Inverno

Il Generale INVERNO dov'è? Arriva? Sorprese in vista

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina