Meteo Giornale » Archivio » Indici Climatici »

METEO Febbraio, riusciremo a salvare l'INVERNO? Forti novità dal VORTICE POLARE

immagine 1 articolo meteo febbraio riusciremo a salvare linverno forti novita dal vortice polare

Il Vortice Polare, di solito, raggiunge "l'optimus" tra la fine di dicembre e l'inizio di gennaio. Proseguendo in direzione di febbraio inizia a perdere gradualmente vigore, un processo assolutamente naturale dettato principalmente dall'angolazione del sole, quindi dall'incidenza della radiazione solare che comincia a scaldare la regione polare a partire dalla stratosfera. Significa che i riscaldamenti visibili nei modelli matematici di previsione potrebbero essere deleteri, due attacchi contro i quali il Vortice Polare potrebbe opporre poca resistenza.

Abbiamo dato un'occhiata alla previsione delle ensemble a 16 giorni e il jet stream polare è visto in indebolimento. Attualmente ha una velocità pari a 50 m/s, ovvero un valore che contraddistingue un Vortice Polare decisamente forte. Lo "standard" è rappresentato dalla misura della velocità del getto stratosferico a 10 mb (circa 28-30 km di altitudine), a 60° di latitudine nord (lungo il Circolo Polare). Una lenta decadenza del Vortice Polare è tipica della fine di gennaio perchè, come detto in precedenza, i piani superiori dell'atmosfera stanno lentamente riprendendo a riscaldarsi.

Verso i GIORNI DELLA MERLA: saranno davvero i più FREDDI dell'anno?

Le previsioni a lungo raggio mostrano la continuazione della tendenza, riducendo ulteriormente la forza del jet stream stratosferico e alcuni membri dell'ensemble mostrano persino valori negativi (inversione del getto), il ché significherebbe probabilmente il tracollo definitivo del vortice polare.

Giusto per non dimenticarci di quanto sta accadendo: i picchi raggiunti dal Vortice Polare a dicembre e a inizio gennaio sono stati i più intensi degli ultimi 40 anni.

Meteo di Gennaio MITE e SENZA NEVE: i motivi

Ora vorrete sicuramente sapere quali implicazioni potrebbero avere i riscaldamento stratosferici. Troposfera e Stratosfera in questo momento viaggiano appaiate, ma se dovessimo iniziare a scollegare la porzione stratosferica del Vortice Polare stratosferico, magari verso metà febbraio, la circolazione potrebbe subire profondi cambiamenti con possibili pesanti ripercussioni anche sulla prossima primavera. Al momento stiamo parlando di proiezioni targate GFS, significa che prima di poter ragionare concretamente su tali dinamiche abbiamo necessità di conferme da altri modelli quali ad esempio l'europeo ECMWF. I modelli attualmente non vedono ancora alcun feedback stratosferico nelle prossime 2-3 settimane, ma è assolutamente normale se consideriamo che vi vuole del tempo prima che gli effetti delle variazioni della circolazione stratosferica si propaghino verso la troposfera. L'ipotesi "migliore" sarebbe quella relativa a un aumento della pressione sull'Atlantico settentrionale da metà febbraio in poi, il ché incrementerebbe notevolmente le probabilità di irruzioni fredde in Europa e sul Mediterraneo.

Ma cosa sta per succedere esattamente? Entro una settimana, giorno più giorno meno, dovrebbe apparire un forte riscaldamento stratosferico sul settore siberiano ed asiatico. Verso il 10-12 febbraio tale riscaldamento potrebbe raggiungere il picco, contestualmente all'instaurarsi di un'onda di pressione molto potente nel Pacifico (pattern a un'onda).

Proiezioni meteo climatiche PRIMAVERA 2020: non buone, per ora

Verso metà febbraio il primo riscaldamento dovrebbe mollare la presa, ma potrebbe partirne un secondo ad iniziare sempre dallo stesso settore siberiano ma in questo caso potrebbe esserci la risposta anche della seconda onda di pressione (quella atlantica) e in presenza di un Vortice Polare in progressivo indebolimento potremmo assistere a una rottura dello stesso (split). Comunque sia, visto che saremo molto in là con la stagione, è altamente improbabile che il Vortice riesca a ritrovare lo smalto dei giorni migliori. Insomma, forse riusciremo a salvare l'Inverno proprio in extremis.

Meteo tendenza per FEBBRAIO non promette nulla di buono. Ultime proiezioni

Meteo Italia: Inverno nella palude? Se ne esce? Le risposte

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina