Meteo Giornale » Archivio » News Meteo »

CICLONE mediterraneo, in Spagna allerta massima per possibili ALLUVIONI

immagine 1 articolo ciclone mediterraneo in spagna allerta massima per possibili alluvioni Credit @amigos_calar

La Depressione "Gloria", decisamente inusuale per il periodo, si è trasfromata in un vero e proprio Ciclone Mediterraneo. Osservando i modelli matematici di previsione era possibile identificare, a inizio settimana, un abbozzo di caldo che avrebbe consentito la classificazione in MEDICANE (ciclone mediterraneo simile a quelli tropicali). Il nucleo si è sviluppato lungo la costa sud-orientale della Spagna, spostandosi lentamente in direzione ovest-sudovest.

Le mappe di previsione parlano chiaro: sui settori orientali della Spagna potrebbero cadere enormi quantità di pioggia. Dovrebbe trattarsi di fenomeni tipicamente da stau, o se preferite piogge orografiche, con accumuli che entro giovedì potrebbero raggiungere picchi variabili da 200 a oltre 400 mm.

Meteo Russia: Mosca e San Pietroburgo, gennaio 2020 potrebbe diventare il più caldo di sempre

Il primo step, direttamente correlato al Ciclone, ha portato ingenti precipitazioni sulla Spagna meridionale, con forti nevicate sulla catena montuosa della Sierra Nevada. Nella Comunità Autunoma Valenciana, si sono abbattute piogge particolarmente violente, che in alcuni casi hanno superato 150 mm di accumulo provocando non pochi disagi e locali inondazioni.

La seconda fase del peggioramento andrà a colpire soprattutto i settori nordorientali, soprattutto la egione della Catalogna dove i forti venti orientali stanno esaltando la fenomenologia orografica. Sono precipitazioni in atto, pertanto non è ancora possibile darvi dati precisi ma osservando i modelli matematici di previsione è possibile ipotizzare accumuli variabili dai 200 ai 400 mm in circa 48-72 ore.

Tempesta "Gloria" sui Pirenei di Francia, forte maltempo e nevicate enormi

E' chiaro che con quantità di pioggia così ingenti potrebbero verificarsi locali inondazioni ed è per questo che le autorità competenti sono in massima allerta.

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina