Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Climatiche »

Meteo tendenza per FEBBRAIO non promette nulla di buono. Ultime proiezioni

immagine 1 articolo meteo tendenza febbraio non promette bene ultime proiezioni Le anomalie termiche per Febbraio 2020 previste da NOAA.

Abbiamo trascorso ormai una buona metà d'inverno che è risultato caratterizzato da anomalie termiche localmente eccezionali su buona parte del comparto euro-asiatico. Per intenderci, è mancato e sta mancando completamente il freddo.

Chi immagina o spera in una riscossa dell'inverno potrebbe rimanere deluso, in quanto la circolazione che ha preso piede in queste ultime settimane potrebbe stentare a bloccarsi. Ci riferiamo a quelle anomalie bariche sfavorevoli al freddo, peraltro annunciate correttamente da molte tendenze stagionali.

INVERNO spaventato da un mega ed esagerato Vortice Polare: durata

In questa prima parte d'inverno il Nord Atlantico è stato sotto scacco di profonde depressione e più in generale il Vortice Polare ha mostrato grande compattezza. A latitudini più basse, massicci promontori anticiclonici hanno dominato la scena sull'Europa, ma anche in ampie aree dell'Asia e degli Stati Uniti.

Viste queste distribuzioni di pressione, il freddo è stato il grande assente sull'intero settore euro-asiatico, così come su un'ampia parte degli Stati Uniti. Questa situazione così anomala rischia di ripercuotersi anche su febbraio. Se davvero andasse così, non vi sarebbe troppo da sorprendersi.

DISASTRO meteo anticiclonico, ADDIO INVERNO? Le risposte

L'eccezionale forza del Vortice Polare raggiunta a tutte le quote attorno a metà gennaio, secondo validi studi scientifici, crea un potenziale condizionamento per i successivi 40-60 giorni. Insomma, il Vortice Polare potrebbe rimanere ancora possente, o indebolirsi solo in parte nel corso di febbraio.

Come emerge dalla mappa di previsione del NOAA, il caldo si ripeterebbe ancora eccezionale sul comparto europeo e soprattutto tra Russia e Siberia. L'unica differenza importante si riscontrerà nel possibile freddo tra Canada Orientale e Stati Uniti, zone che potrebbero risentire di importanti discese d'aria artica.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina