Meteo Giornale » Archivio » Indici Climatici »

Meteo di fine INVERNO: Vortice Polare e Stratwarming: le due chiavi per il FREDDO

In questi ultimi giorni, le mappe di previsione del comportamento della stratosfera stanno cambiando rapidamente e il meteo potrebbe evolvere verso condizioni di maggiore freddo invernale alle nostre latitudini.

La velocità dei venti zonali ha raggiunto il suo massimo proprio a metà gennaio, con un record di 63 metri al secondo a 10 hPa, circa 30000 metri di quota.

Tuttavia questa velocità, che indica una notevole forza del vortice polare, è destinata a crollare nei prossimi giorni in accordo con le mappe di previsione del centro di calcolo statunitense che mostrano una discesa fino a valori negativi che verranno raggiunti nelle prossime settimane.

La neve ci rende felici? Esistono almeno 8 motivi, scopriamo quali

Secondo i vari membri delle previsioni ensemble, un minimo di velocità potrebbe essere raggiunto tra la metà di febbraio e i primi giorni del mese di marzo.

Tuttavia già in questa seconda metà del mese di gennaio il Vortice Polare si indebolirà molto fino a valori sotto la media trentennale per questo periodo.

Caldo esagerato, 2019 secondo anno più caldo di sempre

Sappiamo che quando la velocità dei venti diventerà negativa (ovverosia i venti soffieranno da est verso ovest, in moto retrogrado), allora sarà in atto un riscaldamento della stratosfera che indebolirà fortemente il Vortice Polare, aumentando le possibilità di irruzioni di aria fredda alle latitudini medie del nord emisfero.

immagine 1 articolo meteo fine inverno vortice polare e stratwarming due chiavi per il freddo

INVERNO pessimo? Poche scusanti, facciamoci l'esame di coscienza

Pubblicato da Giovanni De Luca

Inizio Pagina