Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Italia »

Meteo Italia: STRAPOTERE ANTICICLONE prossima settimana, poi grosse novità

immagine 1 articolo meteo italia strapotere anticiclone prossima settimana novita

METEO SINO AL 17 GENNAIO 2020, ANALISI E PREVISIONE

Un piccolo cedimento anticiclonico ha consentito alle correnti atlantiche di intrufolarsi sul Mediterraneo, sebbene si sia trattato di infiltrazioni modeste che hanno comunque rigenerato una lacuna depressionaria annidata tra Algeria e Tunisia. Sono ben poche le conseguenze connesse a questo lieve peggioramento, tranne un po' di variabilità all'estremo Sud.

Alta Pressione sì, ma non fa CALDO!

Quest'area ciclonica tenderà a portarsi verso il Mar Libico e lo Ionio a cavallo fra domenica e l'inizio di settimana, influenzando ancora il meteo tra l'estremo Sud e le due Isole Maggiori. L'azione di questa area depressionaria sul Nord Africa va a richiamare correnti un po' più fredde da est, con un contenuto calo termico specie sul versante orientale della Penisola e in Appennino.

Le correnti orientali hanno peraltro determinato un po' di circolazione dell'aria, contribuendo al ridimensionamento temporaneo delle nebbie e dello smog in Val Padana. Visto il nuovo previsto rinforzo dell'anticiclone, la nebbia tornerà ad intensificarsi in Val Padana a partire da domenica sera e soprattutto nei primi giorni della nuova settimana.

METEO per domani, domenica 12 gennaio. Italia divisa in due, i dettagli

CENNI DI CAMBIAMENTO POCO DOPO META' GENNAIO

All'inizio di settimana, tra martedì e mercoledì, l'alta pressione tornerà a rinforzarsi anche più di prima, riportando meteo decisamente stabile su molte regioni dell'Italia, a parte residui disturbi al Sud. I massimi di pressione si posizioneranno in prossimità delle Alpi e le temperature torneranno ad aumentare, specie in montagna, a causa di contributi d'aria calda subtropicale in quota.

Meteo PROSSIMA SETTIMANA: Alta Pressione FORTISSIMA

Per un cambiamento sostanziale bisognerà attendere i giorni poco dopo metà mese, o poco dopo, con l'anticiclone che sarà più vulnerabile ad inserimenti perturbati dall'Atlantico. S'intravede il possibile indebolimento del Vortice Polare con una maggiore ondulazione del flusso perturbato. La prima conseguenza potrebbe essere la demolizione del muro anticiclonico sul Mediterraneo.

Lo straripante Vortice Polare è la causa primaria di questo gennaio finora piuttosto scialbo, nel quale mancano le condizioni adatte per favorire le irruzioni d'aria fredda polare verso le medie latitudini. Il cambiamento previsto attorno al 20 gennaio potrebbe esporre anche l'Italia a qualche primo impulso freddo dal Nord Europa. Insomma, ci sono le premesse per meteo più dinamico.

Meteo Italia sino al 23 Gennaio, c'è aria di RIBALTONE verso il FREDDO

METEO DOMENICA 12 GENNAIO CON VARIABILITA' AL SUD ITALIA

Le regioni meridionali risentiranno marginalmente della depressione nord-africana, con nubi compatte e qualche piovasco più probabile sull'est della Sicilia, la Sardegna tirrenica, l'entroterra calabro, il Salento ed il Molise. Correnti più fredde orientali determineranno addensamenti sparsi anche lungo il medio-basso adriatico, ma senza fenomeni significativi.

Il confine tra METEO ESTREMO e catastrofismo

Ampie schiarite domineranno invece lungo i versanti tirrenici. Sul Nord Italia avremo condizioni stabili e soleggiate su Alpi, Prealpi ed aree pedemontane, a fronte invece di tempo parzialmente uggioso in pianura per le nebbie, più probabili lungo il corso del Po ma in temporanea attenuazione nelle ore centrali del giorno.

METEO 13-14 GENNAIO, QUALCHE DISTURBO NONOSTANTE ANTICICLONE

Lunedì lo scenario sarà ancora pressoché lo stesso, con stabilità al Centro-Nord e ancora dei disturbi al Meridione, specie sulla fascia ionica. Qualche rovescio più significativo potrà coinvolgere la Sicilia sud-orientale e la bassa Calabria ionica. In giornata aumenteranno le nubi in Liguria, per umide infiltrazioni di correnti sud-occidentali che potranno determinare qualche pioviggine.

Martedì la circolazione instabile lambirà ancora la Calabria meridionale e la Sicilia orientale, con ulteriori scrosci di pioggia. Il bel tempo prevarrà sul resto della Penisola, eccezion fatta per Liguria e Toscana dove non mancheranno nubi basse e qualche piovasco ma in attenuazione. Da segnalare il ritorno di nebbie fitte, localmente persistenti, in Val Padana.

SPIFFERI FREDDI AD EST

Il persistente minimo nord-africano favorirà il richiamo di deboli flussi dai Balcani, con aria relativamente più fredda. In settimana poi le temperature risaliranno di nuovo ben sopra la norma. Continuerà il freddo in Val Padana con locali gelate notturne, a causa delle inversioni termiche e delle nebbie che torneranno ad infittirsi.

ULTERIORI TENDENZE METEO

Solo attorno al 17/18 gennaio si potrebbe gradualmente avviare una svolta, a favore di un tipo di tempo più dinamico con il ritorno di perturbazioni atlantiche a partire dal Nord Italia. Tale scenario potrebbe aprire la strada ad impulsi d'aria più fredda, con tempo a tratti più invernale atteso nella terza decade di gennaio.

Aggiornamenti e monitoraggio evoluzione meteo, 24/24 ore a cura dello Staff

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d'Italia, oppure vai su CERCA la tua localita' nel campo form in alto alla pagina:

- ANCONA

- AOSTA

- BARI

- BOLOGNA

- CAGLIARI

- CAMPOBASSO

- CATANZARO

- FIRENZE

- GENOVA

- L'AQUILA

- MILANO

- NAPOLI

- PALERMO

- PERUGIA

- POTENZA

- ROMA

- TORINO

- TRENTO

- TRIESTE

- VENEZIA

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina