Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Meteo Giornale »

INVERNO a picco, resta poco tempo

Non vogliamo estremizzare la situazione, non ce ne sarebbe alcun bisogno. Le condizioni meteo, attualmente, le avete sotto gli occhi e commentarle sarebbe superfluo.

immagine 1 articolo inverno a picco resta poco tempo Credit iStock.

Fa freddo, freddino, in alcune regioni d'Italia il 2019 ha chiuso col botto di neve mentre per altre la conclusione è stata sì fredda ma soleggiata. Però è inverno, si sente. Si sentirà anche nel primo weekend 2020, perché il freddo continuerà a scivolare appena a est dell'Italia e colpirà le regioni meridionali. Qui potrebbero verificarsi anche delle deboli nevicate, decisamente più localizzate e intermittenti rispetto a quanto successo la scorsa settimana.

Sfuriata di FREDDO verso Epifania: ecco dove cadrà la NEVE a bassa quota

Vedete, si fa un gran parlare dell'Alta Pressione ma c'è sempre qualcosa che va storto. I modelli fisico matematici è da tempo, da troppo tempo, che continuano a propinarci lunghi periodi anticiclonici ma poi si risolvono nel classico "tutto fumo niente arrosto". Anche nei prossimi giorni, giusto per non allontanarci tanto, potrebbe accadere la stessa cosa: Alta Pressione insidiata da qualche piccola depressione dell'Oceano Atlantico. Se così fosse attenzione alle sorprese, perché l'eventuale fragilità anticiclonica potrebbe riservare delle sorprese invernali.

Soprese, appunto. Inutile girarci attorno: le cose non si stanno mettendo bene. Il Vortice Polare è forte e rischia di condizionare l'intera stagione. Era un'ipotesi remota sino a qualche settimana fa, ma per tutta una serie di motivi che non stiamo qui a spiegarvi - altrimenti ci vorrebbero articoli su articoli - alla fin fine potrebbe prevalere.

E' sempre il meteo degli estremi

Un motivo però vogliamo citarlo: la fusione dei ghiacci artici. Per poter porre rimedio a tale situazione, evidentemente provocata dal riscaldamento globale e dai cambiamenti climatici, la natura non se ne sta certo a guardare ed ecco puntualmente il rinforzo del Vortice Polare quale palliativo. Col freddo incatenato sul Circolo Polare Artico si può porre rimedio all'eccessiva fusione dei ghiacci.

Se non sarà inverno non prendiamocela con chissà chi, la colpa è un po' di tutti. Chi più chi meno. Le cause del riscaldamento globale le conosciamo tutte, le attività antropiche rappresentano una delle maggiori problematiche.

Gennaio, c'è poco da fare: è il mese dell'ANTICICLONE

Quindi, per concludere, o sarà svolta entro breve tempo o dovremo metterci una pietra sopra. Poi si faranno tutte le considerazioni del caso, ma per il momento fermiamoci qua.

Pubblicato da Alessandro Arena

Inizio Pagina