Meteo Giornale » Archivio » Energia e Ambiente »

Meteo di Capodanno: lo smog dei fuochi d'artificio

È arrivato il 2020 e il meteo dell'ultimo dell'anno è stato particolarmente clemente, grazie all'espansione di un promontorio di alta pressione che ha garantito tempo stabile e soleggiato per tutta Italia.

immagine 1 articolo meteo di capodanno lo smog dei fuochi d artificio

I festeggiamenti sono stati abbondanti e conditi da un numero incredibile di fuochi d'artificio. Tralasciando le opinioni personali che ognuno di noi ha riguardo l'uso di tale coreografia, è opportuno sottolineare che i suddetti hanno un notevole impatto sulla qualità dell'aria.

Meteo anticiclonico e INVERSIONI TERMICHE

L'esplosione libera una grande quantità di particelle sottili e ultrafini, le più pericolose per il nostro apparato respiratorio, poiché vanno a insediarsi nei bronchioli in profondità.

L'odore acre che si sente quando si sono sparati un gran numero di botti è proprio indizio del mix inquinato di sostanze chimiche che permettono l'esplosione e la visione dello spettacolo pirotecnico.

Meteo con nebbie: PRUDENZA

È stato condotto uno studio (qui LINK: https://www.researchgate.net/) dove si è dimostrato che allo scoccare della mezzanotte in molte aree affollate del nostro paese dove vengono utilizzati tantissimi fuochi d'artificio vi è una vera e propria impennata degli inquinanti, a livelli estremamente inusuali.

Ciò si verifica a prescindere, anche nelle condizioni instabili, figuriamoci nel caso di alta pressione, dove già gli inquinanti rimangono bloccati nei bassi strati senza un rimescolamento d'aria.

È opportuno quindi che ognuno di noi sappia che, oltre allo spettacolo che ognuno di noi ammira, vi sono delle conseguenze anche per l'ambiente.

Pubblicato da Davide Santini

Inizio Pagina