Meteo Giornale » Archivio » Indici Climatici »

Meteo perturbato e venti zonali a velocità record: il legame

CRONACHE METEO: ci si interroga sul maltempo persistente di questa prima parte di Novembre, caratterizzato da un "treno" di perturbazioni atlantiche e di depressioni che investono continuamente l'Europa e la nostra Penisola.

Forse le motivazioni si possono trovare nell'eccezionale robustezza del Vortice Polare che sta superando i limiti storici di questo periodo stagionale.

I venti nella Stratosfera, a circa 30 chilometri di altitudine, hanno registrato il loro massimo di velocità nella giornata di ieri, quando il radiosondaggio che è stato effettuato nella Groenlandia meridionale, ha registrato una velocità di 87 m/s di venti occidentali, equivalenti a 313,2 km/h.

Vortice Polare: ecco come influenzerà il meteo di Novembre

immagine 1 articolo meteo perturbato e venti zonali a velocita record il legame

I venti zonali alla latitudine di 60° Nord, sempre alla medesima altitudine, hanno raggiunto l'intensità di 41,3 m/s, equivalenti a 149 km/h, velocità che rappresenta il record storico per questo periodo stagionale, e ben superiori al massimo che normalmente si raggiunge ai primi di Gennaio.

Donde la potenza assunta dal flusso occidentale perturbato atlantico che sta interessando la nostra Penisola.

Tuttavia, i venti zonali sono previsti in indebolimento nei prossimi giorni, per arrivare su valori molto bassi alla fine di Novembre.

immagine 2 articolo meteo perturbato e venti zonali a velocita record il legame

Pubblicato da Giovanni De Luca

Inizio Pagina