Meteo Giornale » Archivio » Meteo Amarcord »

La NEVE precoce a settembre a quote basse. E' successo un paio di anni fa

immagine 1 articolo neve precoce settembre 2017 a quote basse La neve del 19 settembre del 2017, un anno fa, nel bellunese sul Rifugio Falier, circa 2000 metri.

Abbiamo spesso e volentieri evidenziato come settembre è un mese sempre più dalle caratteristiche estive, ma talvolta può vedere ingerenze d'aria fin troppo fredda per il periodo. Sono gli effetti di circolazioni anomale ma sempre più ricorrenti, contraddistinte da scambi meridiani.

Il settembre di quest'anno è stato finora in tal senso assai rappresentativo, con un inizio piuttosto fresco e poi una lunga parentesi molto calda che si è protratta per tanti giorni, fino bruscamente ad interrompersi in questi giorni. Non ci sono però stati estremi meteo particolari, come accaduto altre volte.

Meteo Settembre con freddo eccezionale e neve! Ecco cosa accadde nel 1977

Un cambiamento meteo però potrebbe ben presto proiettarci verso scenari decisamente più autunnali, grazie alle prime perturbazioni dall'Atlantico. Settembre è, o dovrebbe essere, il primo mese d'autunno e talvolta è capace di riservare scenari, come detto, addirittura quasi da anticipo d'inverno.

Non è quindi raro, specie nella terza decade del mese, avere a che fare con i primi freddi di stagione ed anche la neve in montagna. Due anni fa, proprio tra il 20 ed il 21 settembre, avevamo ammirato i primi scenari bianchi da cartolina sulle alture sia alpine che appenniniche.

METEO d'AUTUNNO, a settembre 2007 cadde la NEVE precoce su Alpi e Appennino

Una circolazione depressionaria, alimentata da aria fredda in discesa dal Nord Europa, portò condizioni di maltempo e clima freddo per il periodo. Il crollo termico associato ha portato nevicate in montagna fino a aquote decisamente degne di nota, anche sotto i 1500 metri di quota sulle Alpi Orientali.

Accumuli nevosi di maggiore consistenza ricoprirono le Alpi del bellunese e soprattutto il Friuli. La neve poi si spinse anche lungo la dorsale centro-settentrionale appenninica, portando le prime imbiancate stagionali attorno ai 1800/2000 metri di quota, specie in Abruzzo. Fenomeni comunque rilevanti per il periodo.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina