Meteo Giornale » Archivio » L'Editoriale di Pallucca »

Estate agli esordi? Fronti polari in arrivo...

immagine articolo 6058 Carta ECMWF a 500 hPa più pressione al suolo, per il 3 giugno, con l'ampia depressione presente tra Europa Centrale e Mediterraneo settentrionale. Fonte: www.meteogiornale.it/mappe. Dopo aver conclamato, durante il mese di maggio, una "estività" prematura, ora dobbiamo fare i conti con una netta azione in controtendenza. Le spire dell'Hp afro-mediterraneo si sono ben presto arrese all'ingresso dell'aria originante dal Mare del Nord. Un congruo nucleo di aria fredda in quota sarà in grado di arrestare e frenare il passo verso la bella stagione. Estate sì, ma le contraddizioni sono molte....

Naturalmente questo è un passaggio che deve tener conto della marcata e futura ripartizione dei centri pressori nel comparto europeo. Una nuova gola, dai caratteri persistenti nel tempo, si dirigerà verso il bacino centrale del Nostro mare, arrecando oltre che un netto calo termico delle diffuse manifestazioni di instabilità su buona parte della Penisola.

Inizio estivo che sembra segnare un "back step" nell'orologio del tempo atmosferico. Sicuramente queste incursioni fredde non sono delle vere e proprie rarità durate il passaggio primavera/estate, ma in qualche modo posso contrassegnare un periodo più o meno lungo, io direi almeno una decina di giorni, che viene caratterizzato da temperature piuttosto basse per il periodo e non tipicamente estive.

La stessa rimonta dell'HP oceanico, verso latitudini settentrionali, e la contrapposizione in quota di altro centro altopressorio di natura continentale, non possono altro che essere una spina nel fianco alla nascente stagione. Ci vorrà del tempo prima che si ristabilisca un chiaro anticiclone le cui mosse, originanti dal medio e basso Atlantico, possano dare vita ad una nuova e solida matrice sub tropicale e garantirci il tanto atteso decollo della bella stagione.

La configurazione, globale, mostra anche nel lunghissimo range una sorta di omega rovesciata, ove l'aria fresca dovrebbe insinuarsi e creare delle diffuse manifestazioni temporalesche. Un blocco ad ovest (HP azzorriano) ed un blocco ad est (HP continentale), non sono la giusta chiave di lettura per un corretto sviluppo della stagione entrante.

Caramente vi saranno delle altre onde termiche di natura basso mediterranea, ma per il momento il fattore dominante sembra quello esposto sopra.

Pubblicato da Antonio Pallucca

Inizio Pagina