Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Tendenza meteo per il weekend: nuovo incisivo affondo freddo con maltempo

immagine 1 articolo tendenza meteo weekend nuovo incisivo affondo freddo maltempo

Maggio potrebbe proseguire sul binario del meteo anomalo in Europa e sull'Italia! Le sorprese fredde fuori stagione potrebbero non essere del tutto terminata, con l'Italia che potrebbero risultare bersaglio di ulteriori discese di correnti d'origine artica.

Al momento una nuova perturbazione sta coinvolgendo l'Italia a partire dalle regioni del Nord e a seguire registreremo un miglioramento che però sarà velleitario. L'anticiclone atlantico, invece di puntare verso il Mediterraneo, spingerà di nuovo a nord posizionato i propri massimi tra Regno Unito e Mare del Nord.

Nuovo peggioramento all'orizzonte: il meteo di questa Primavera ricorda l'Inverno

Lungo il fianco destro dell'anticiclone, si creeranno tutte le condizioni per la discesa di un nuovo impulso perturbato, sospinto da correnti fredde nordiche che si metteranno in moto dalla Scandinavia verso l'Europa Centrale per poi penetrare fin verso i Balcani ed il Mediterraneo.

Attenzione però, non vi stiamo dicendo che arriverà un'altra ondata di freddo come l'ultima. Quella di qualche giorno fa è stata a dir poco eccezionale, di quelle che accadono ogni morte di papa. Tuttavia, a conferma di una primavera che risente di dinamiche invernali tardive, giungerà altra aria fredda.

Meteo weekend, da domenica cambia tutto

Tra sabato e domenica dovremo pertanto mettere in conto un nuovo peggioramento, con l'aria fredda da nord che andrà a favorire la genesi di una bassa pressione sull'Italia. Pertanto il fronte freddo, una volta valicate le Alpi, si presenterà attraverso forti temporali sul Nord, specie sul Nord-Est.

Il fronte temporalesco irromperà poi al Centro-Sud, risultando più attivo sui versanti adriatici. L'aspetto più interessante sarà però il cospicuo calo termico ben al di sotto della media, con una fase decisamente fresca che potrebbe poi prolungarsi per diversi giorni.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina