Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

METEO, tracollo in picchiata delle temperature. Fino a ben 15 gradi in meno

immagine 1 articolo meteo tracollo in picchiata delle temperature fino a ben 15 gradi in meno

L'attuale fase meteo, segnata da temperature ancora miti, è destinata ad un rocambolesco cambiamento per il sopraggiungere di masse d'aria fredda d'estrazione artica che, nel corso del weekend, sfonderanno sulla nostra Penisola.

Questo ficcante ingresso freddo causerà il crollo delle temperature in particolare al Centro-Nord, ma anche tempo decisamente instabile con precipitazioni anche sotto forma di grandine e nevicate in vista sui rilievi, che raggiungeranno quote molto basse anche in Appennino.

Meteo, FREDDO POLARE nel fine settimana, con la NEVE a bassa quota

Il grosso del flusso artico entrerà nel vivo fra sabato e domenica al Centro-Nord. Vi è la possibilità di un rilevantissimo abbassamento delle temperature, che si porteranno molto sotto la media soprattutto al Centro-Nord, con neve a quote basse sui rilievi entro domenica.

Il rischio è quello di pagare a carissimo prezzo un'ondata di freddo così importante a primavera ormai inoltrata, in caso di gelate tardive che potrebbero probabilmente manifestarsi persino sull'Italia anche in alcune zone di pianura a cavallo fra il weekend e l'inizio della nuova settimana.

FREDDO, poi CALDO: previste temperature da capogiro

Il freddo più intenso si percepirà laddove il maltempo picchierà più duro e saranno comunque esposte soprattutto il Nord-Est e le Adriatiche, dove tornerà realmente a respirarsi aria da pieno inverno. Entro domenica il calo termico, su queste aree esposte, potrà ammontare ad oltre 10 gradi in molte regioni.

Il calo delle temperature sarà particolarmente importante al Centro-Nord, meno al Sud ove fino a domenica perdurerà ancora l'influenza d'aria più mite. Le gelate, che potrebbero isolatamente riguardare anche l'Italia, saranno più forti in Europa, dove giungeranno a seguito di spruzzate di neve fino in pianura.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina