Meteo Giornale » Archivio » Curiosità del Clima »

Meteo estremo, la grandine può uccidere. Chicchi pesanti oltre 1 Kg!

immagine 1 articolo meteo estremo la grandine puo uccidere chicchi pesanti oltre 1 kg

Stiamo entrando nel pieno della stagione meteo della grandine, trattandosi di un tipo di precipitazione più frequente in primavera ed estate, a dispetto dei luoghi dei comuni e della convinzione errata della maggior parte delle persone.

L'Estate è la stagione grandinigena per eccellenza, almeno sul Nord Italia, anche se non in termini di frequenza: per via del maggior calore, le grandinate possono avere però risvolti assai dannosi. Ricordiamo che la grandine in genere è un fenomeno che si verifica in forma molto localizzata.

Meteo estremo in Spagna: mega grandinate in Estremadura

La grandine di maggiore dimensione si sviluppa in condizioni climatiche relativamente calde, con forte riscaldamento del suolo che esalta le correnti ascensionali. I danni più o meno rilevanti non sono proporzionali solamente alla dimensione del chicco, ma dipendono da una somma d'altri fattori.

Queste variabili, correlate ai potenziali danni di una grandinata, sono cinque e sono costituite da: dimensione del chicco di grandine; velocità di caduta del chicco; durezza del chicco; forma del chicco; orientamento della traiettoria di caduta del chicco.

Grandine estrema in Texas, auto distrutte: video meteo

Come frequenza, è più facile imbattersi in una grandinata nel Kenya. Fra le aree dove invece si verificano i maggiori eventi devastanti figurano il Nord India (altopiano del Deccan) ed il Bangladesh. Il più possente chicco di grandine mai trovato pesava quasi 1,1 kg ed è caduto proprio in Bangladesh il 14 aprile 1986.

Durante questa tempesta, con chicchi di grandine come zucche, morirono 92 persone. Il 30 aprile 1888, una grandinata nei distretti di Moradabad e Beheri aveva ucciso ben 246 persone, diventando così la tempesta più letale mai conosciuta per il territorio dell'India.

Negli Stati Uniti, territorio dove le grandinate possono risultate particolarmente distruttive, il 23 luglio 2010 venne ritrovato il chicco più grande. Secondo le misurazioni effettuate all'epoca, il chicco (definirlo tale è a dir poco riduttivo) misurava oltre 20 cm di diametro, 47.3 cm di circonferenza e pesava quasi 880 grammi.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina