Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Escalation di temporali e freddo nel meteo di marzo

immagine 1 articolo escalation di temporali e freddo nel meteo di marzo

Si curva. Una curva a gomito, una di quelle curve che costringe all'inchiodata improvvisa. Ecco, se vogliamo utilizzare una metafora automoblistica per descrivere lo stravolgimento meteo climatico dell'imminente futuro non c'è nulla di meglio che immagine il tornante di una cronoscalata. O magari di un rally mondiale.

Un marzo inizialmente rettilineo, lineare, un percorso nel quale sprigionare totalmente la potenza anticiclonica. Così abbiamo avuto le prime sensazioni della primavera, quelle belle sensazioni di tepore che di solito si percepiscono ad aprile. Può succedere anche a marzo, certo, ma non con le temperature così alte.

Meteo da neve, ci siamo quasi

Ben presto ci lasceremo alle spalle il rettilineo per intraprendere il tortuoso percorso che conduce alla vetta mensile. Un percorso che rischia di presentarsi difficile, un percorso che richiederà tutte le abilità del caso. Si dovrà saper guidare, o meglio, si dovrà saper pilotare perchè se non lo si saprà fare si correranno pericoli incredibili.

Veniamo da un periodo estremamente mite, stiamo andando incontro a una discesa sostanziale delle temperature. Che vuol dire? Non giriamoci attorno, vuol dire che il freddo, probabilmente proveniente dal Circolo Polare Artico, andrà all'urto frontale con l'aria mite presente da prima.

Meteo prossima settimana: perturbazioni a raffica con neve, vento e freddo

Uno scontro frontale fragoroso, che produrrà grosse nubi convettive. Sì, avete capito bene: temporali. Perché le nubi convettive, associate appunto ai moti convettivi, sono quelle grosse torri nuvolose che generano temporali e che una volta giunte sull'alta atmosfera si espandono dando luogo alla classica forma a "fungo".

Temporali, veri, primaverili che potrebbero portarci le grandinate. E' ancora presto per preoccuparsi troppo, nel senso che non dovrebbero crearsi le condizioni ideali per quelle grosse pericolose grandinate.

Magari, visto che stiamo parlando di freddo, potrebbero affacciarsi addirittura dei temporali di neve. Non sarebbe la prima volta, non sarebbe neppure l'ultima. Le turbolenze di marzo sanno fare questo ed altro, è bene non sottovalutarle perché com'è che si dice? La quiete prima della tempesta.

Pubblicato da Alessandro Arena

Inizio Pagina