Meteo Giornale » Archivio » Focus Meteo »

Fulmineo meteo gelido, ma davvero verrà il Buran? Epilogo di una previsione

immagine 1 articolo 56365 Rappresentazione grafica che approssimativamente traccia le aree che potrebbero essere coinvolte dal severo calo termico.

Mentre il meteo in Italia è così mite che sembra ormai davvero Primavera, riappaiono immagini che raffigurano un fenomeno atmosferico che ci sembra arrivare dalla Mitologia, tanto è diventato raro: il Buran, la tempesta di neve che scorre nelle pianure sarmatiche della Russia per tuffarsi in Europa, congelando tutto.

Buran, se ne parla, ma verrà davvero?

Meteo storico: quando il gelo estremo piombò in Europa, era il Febbraio del 1929

Giovedì 21 Febbraio: aria gelida di origine artica si porterà nella Russia europea, determinando un severo calo termico laddove attualmente la temperatura è superiore alla media. Infatti, anche a Mosca, il clima è più mite rispetto alla norma, ma niente di così grave come succede in Italia del Centro Nord.

Venerdì 22 Febbraio: il nucleo di aria artico marittima scorrerà ormai da oltre 48 ore sulle terre emerse, tramutandosi in massa d'aria semi continentale, un mix quindi tra le due.

Meteo Italia influenzato dal FREDDO della Russia. Torna la neve

Osservare l'evoluzione del movimento di tale masse d'aria è stupefacente come lo è un'irruzione fulminea di aria fredda. Il gelo abbatterà i termometri di molte aree dell'Europa orientale di 15-20°C in poche, e raggiungerà in serata la Romania, le Repubbliche Ceca e Slovacca, ma influenzerà ormai tutti i Balcani.

Un brusco calo della temperatura, un rinforzo del vento si avranno in Adriatico centro meridionale. Le prime stima indicano possibili anche rovesci di grandine, gragnola, neve in collina, e qualche temporale.

METEO estremo: caldo anomalo e super gelo, due facce della stessa medaglia

Sabato 23 Febbraio: aria gelida si porterà verso il Sud Italia e la Sicilia. Le ultime previsioni indicano che a 1500 metri di Puglia, Basilicata e nord della Calabria, la temperatura potrebbe scendere sotto i -10°C. Tale valore è definito ondata di gelo.

Il Nord Est italiano vedrà un calo termico, ma non un'ondata di gelo. Il freddo, secco si sentirà anche nelle regioni centrali tirreniche con un calo delle temperature soprattutto notturno. Il Nord Ovest d'Italia sarà scalfito dall'ondata di freddo, ed i valori termici, forse non si porteranno neppure attorno alla media del periodo.

METEO: FREDDO RUSSO dal weekend, aree interessate, possibilità e intensità

In varie regioni italiane, nelle notti tra venerdì e sabato, sabato e domenica, si avranno gelate.

Nel frattempo, un nucleo ancor più gelido, con valori fin sino i -15°C a 1500 metri di quota circa, raggiungerà tutti i Balcani e la Grecia del Sud, investendo Atene, dove i bollettini meteo prevedono bufere di neve con temperatura sotto gli 0°C in città, ed in una prima fase temporali intensi.

Domenica 24 Febbraio: l'assenza di ulteriori flussi d'aria fredda, concluderanno il picco dell'evento di freddo. E le aree coinvolte vedranno un graduale aumento della temperatura.

In Italia, durante il picco dell'evento non dovrebbero esserci nevicate se non davvero occasionali.

Sarà davvero Buran o no quello che dovremmo avere? Ebbene, no non dovrebbe essere Buran perché quel tipo di fenomeno viene dalla Siberia. Dovremmo avremo un evento meteo ragguardevole, estremo per rapidità e intensità, l'Italia ne sarà interessata marginalmente, come da giorni i modelli matematici in qualche modo tracciano.

L'Inverno non è finito, e questo evento atmosferico potrebbe essere l'anticipo di colpi di coda dell'Inverno. La Primavera meteorologica avrà inizio il 1° Marzo, e per quella data, sarà meglio non mettere da parte l'abbigliamento invernale.

Pubblicato da Federico De Michelis

Inizio Pagina