Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Meteo in stallo, CALDO assurdo per febbraio. Anticiclone monopolizza Europa

immagine 1 articolo 56284

Un enorme promontorio di alta pressione sta caratterizzando il meteo di gran parte dell'Europa e non solo dell'Italia. L'anticiclone sta toccando valori di pressione ben superiori ai 1030 hPa sulla Mitteleuropa, ma è soprattutto l'estensione a sorprendere, dato che l'alta pressione risparmia poche aree del Continente.

Le condizioni meteo sono decisamente stabili in gran parte d'Europa, con cieli prevalentemente limpidi tra il centro, l'ovest del Continente, ma anche un'ampia parte dell'Europa Orientale e Sud-Orientale. Solo la Grecia risente di una circolazione ben più fresca, che ancora lambisce anche il Sud Italia.

Meteo bloccato da un Anticiclone ben strutturato, tipico delle nuove "Estati"

L'anticiclone si va consolidando ulteriormente e con esso anche le condizioni di clima anomalo primaverile che stanno caratterizzando questo predominio anticiclonico, in considerazione dell'aria calda sub-tropicale in quota che alimenta la struttura stabilizzante.

Le temperature si sono già spinte su valori ampiamente oltre la norma su molte parti dell'Europa Centro-Occidentale. Possono sorprendere poco i picchi superiori ai 20 gradi in Spagna, ma tale soglia si è superata anche in Francia, soprattutto in Provenza.

Meteo Europa: caldo quasi record dalle Canarie alla Norvegia

Sempre in Francia, i 20 gradi sono stati raggiunti anche nella zona di Bordeaux, mentre su Parigi si sono sfiorati i 17/18 gradi. Stessi picchi si sono raggiunti in Olanda e parte della Germania e siamo nel pieno febbraio: si tratta di temperature eccezionali per il periodo, di oltre 10 gradi superiori al normale.

Il caldo non risparmia nemmeno l'Italia Centro-Settentrionale, ma ora i termometri sono in risalita anche al Sud. L'anomalia termica tende inoltre, nel corso di questo weekend, ad espandersi a quasi tutta l'Europa Centro-Orientale, mettendo sempre più in crisi l'inverno.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina