Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Meteo Giornale »

Meteo senza tregua

immagine 1 articolo meteo senza tregua

Ma com'è possibile che sia sempre la stessa storia? Si rincorrono situazioni meteo entusiasmanti e poi puff, tutto svanisce come neve al sole.

Non stiamo parlando per forza del freddo, della neve, della pioggia, del sole. Stiamo parlando di quell'affanno che scaturisce quando non si riesce a interpretare al meglio uno scenario. A quel punto ci si chiede: come sarà il tempo nei prossimi giorni?

Già, perché non crediate che certi quesiti non ce li si ponga. Anche noi, quali esperti in materia, ci facciamo mille domande. Ci poniamo quesiti senza tregua, senza aspettare le giuste risposte. Pretendiamo di sapere tutto e subito, così da potervi ragguagliare. Succede nonostante siano trascorsi anni e anni di onorato servizio. Nonostante l'emotività non sia più una prerogativa essenziale della nostra professione.

Eppure è così, quando meno te lo aspetti ti rendi conto che l'emotività non ti dà tregua. Stai lì, imbambolato davanti a una mappa, a chiederti se la mente è abbastanza sgombra per poter interpretare oggettivamente una mappa. Stai lì a domandarti se ciò che stai osservando ha realmente un senso. Vuoi evitare la figuraccia, ma a volte è inevitabile. Non perché tu abbia sbagliato qualcosa, magari hai soltanto dato troppo credito a questo modello piuttosto che a quello.

La meteo è così, non ti dà tregua. Ti toglie il fiato, ogni giorno devi rinnovare la promessa, la promessa di non farti prendere la mano. Ogni giorno è così, devi proiettarti oltre perché il presente è già il passato. 2-3 giorni si possono prevedere, la scomessa è un'altra: ipotizzare il futuro.

Non prevedere, attenzione, ipotizzare. Non dobbiamo, non dovete mai scordarvi che il futuro non può essere previsto. Si possono ipotizzare scenari evolutivi, non altro. Chi parla di previsioni a lungo termine è a rischio, rischia la figuraccia. Fanno figuracce i modelli, soprattutto davanti ai nostri occhi, figuriamoci quanto sia alto il rischio per noi.

E' per questo motivo che il meteo non dà tregua, non potrà mai darne. Dobbiamo farcene una ragione, dobbiamo lasciarci il presente alle spalle e concentrarci sul futuro. Giorno dopo giorno.

Pubblicato da Piero Luciani

Inizio Pagina