Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Meteo Giornale »

Meteo Febbraio, potrebbe cambiare tutto

immagine 1 articolo meteo febbraio potrebbe cambiare tutto

O tutto o niente. La filosofia di Febbraio, se parliamo di meteo, spesso è questa. Bianco o nero, non ci sono vie di mezzo. Inverno o primi segnali di primavera, sole o neve. Bello o brutto.

Parlarne può dar fastidio, può non piacere, ma è così. Ora vi sterete chiedendo: cosa sta scrivendo? Non giriamoci attorno, evitiamo giochi di parole. Guardando le mappe di previsione, spingendoci verso la metà del mese, non possiamo far altro che dirvi che l'Inverno è giunto a un bivio. Dopo un gennaio invernale, che piaccia o no, febbraio potrebbe proseguire sugli stessi binari oppure scegliere di cambiare direzione.

Prenderà piede una battaglia meteo incredibile, anzi, una vera e propria guerra. Da un lato le perturbazioni atlantiche, dall'altro lato il gelo russo. Nel mezzo l'Alta Pressione.

L'Italia potrebbe rappresentare il campo di battaglia ideale e non sappiamo quale delle due armate sia la più forte, la più attrezzata, la meglio organizzata. Potrebbe essere l'Atlantico, ma potrebbe essere l'armata russa. Si giocherà il tutto su un sottilissimo equilibrio che potrebbe rompersi senza preavviso.

Sapete quale sarà l'elemento essenziale in tutto ciò? L'Alta Pressione scandinava. Dovrebbe, durante la prossima settimana, svilupparsi una struttura anticiclonica tra la Penisola Scandinava e la Russia europea, struttura che in quella posizione sarà capace di innescare lo scivolamento dell'aria gelida verso l'Europa orientale.

Ecco, l'aria gelida sappiamo che rappresenterà un ostacolo non di poco conto. Le perturbazioni atlantiche, o meglio, le depressioni atlantiche dovranno faticare non poco per provare a prendere il sopravvento. Soprattutto per provare a smantellare l'Alta Pressione Scandinava. Ed è qui che l'equilibrio diventa precario. Per qualche modello previsionale ci riusciranno, per qualche altro no. O meglio, le proiezioni vanno a singhiozzo: a giorni s'intravedono gelidi scenari, a giorni un dominio anticiclonico che potrebbe consegnarci i primi accenni primaverili.

Bene, avrete intuito quanto la situazione sia precaria. Quanto occorra pazientare perché in questo momento è difficile dare una risposta. Chi ha la verità in tasca, o professa di averla, mente. C'è poco altro da aggiungere.

Pubblicato da Stefano Ferrari

Inizio Pagina