Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Meteo Giornale »

Meteo invernale: come dare un giudizio oggettivo sulla stagione in corso

immagine 1 articolo 55814 Il mese invernale con la maggior frequenza di vento di Bora a Trieste è Febbraio. Il vento di Bora è un indice di freddo che viene dai Balcani o ancor più lontano, dalla Russia.

Sentiamo spesso giudizi contrastanti sul meteo della stagione in corso: in realtà, i diversi pareri possono esserci in tutte le stagioni.

Prendiamo il caso attuale: come sta andando l'inverno?

Innanzitutto bisogna premettere una cosa importante: NON si può giudicare l'inverno sulle proprie sensazioni. È errato, infatti, giudicarlo in base alla quantità di neve caduta o a eventuali episodi di favonio. Tutte e due sono caratteristiche dell'inverno, così come il gelo, la brina, la galaverna, le inversioni termiche e via dicendo.

Oltretutto l'inverno alpino è ben diverso rispetto a quello della Pianura Padana, che a sua volta è diverso rispetto al clima ligure, a quello appenninico centrale o a quello delle due Isole maggiori.

E allora, come si fa a dare un giudizio oggettivo, valido per tutti?

Si definisce una scala spaziale e una temporale: la prima in genere a livello nazionale (quindi si prende l'INTERA Italia) e la seconda sui tre mesi invernali, dal primo dicembre al 28 febbraio.

Successivamente si analizzano le temperature (per vedere se si sono discostate dalla media e di quanto), poi le precipitazioni (sia liquide sia solide), infine si vede se il regime delle correnti è stato tipico dell'inverno o meno.

Va da sé che si possono trarre due conclusioni importanti:

La prima è che l'inverno NON è finito (sembra assurdo dirlo, ma spesso ondate di freddo si sono verificate proprio nella parte finale dell'inverno);

La seconda è che considerazioni personali sul proprio comune, paese, strada, abitazione e giardino non sono scientifiche: un comune potrebbe aver ricevuto più neve ma avere avuto più caldo, un altro comune potrebbe aver avuto un'ondata di freddo e notevole e due mesi molto miti ecc.

Nel campo meteo e in genere nella scienza i giudizi personali non sono accettati, proprio perché ognuno ha i propri gusti, mentre è utile trarre considerazioni a livello nazionale una volta finito l'inverno.

Pubblicato da Davide Santini

Inizio Pagina