Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Italia-Spagna, stavolta sarà sfida meteo per il freddo

immagine 1 articolo 55556

Gli amanti del "pallone" ricorderanno epiche sfide, anche nel recente passato, tra Italia e Spagna. Stavolta, invece che il prato verde, il rettangolo di gioco è rappresentato dall'atmosfera e nello specifico dalle condizioni meteo climatiche attese.

Per quale motivo? Beh, se vi è capitato di dare un'occhiata ai modelli matematici di previsione non vi sarà sfuggita l'incertezza riguardante l'esatta traiettoria della possente irruzione artica della prossima settimana. Un giorno viene vista sulla Penisola Iberica, il giorno dopo in Italia. Va detto che le ultimissime emissioni tendono a premiare - o penalizzare, a seconda dei punti di vista - proprio le nostre regioni.

Dobbiamo però partire da un presupposto: stavolta l'ingresso del freddo avverrà da ovest. Resta soltanto da capire quanto a ovest. Perché un conto è avere un'irruzione dalla Valle del Rodano, un altro conto è avere un'irruzione in Spagna con successivo rientro nel Bel Paese. In quest'ultimo caso l'entità del freddo verrebbe smorzata, perché dovrebbe percorrere più strada e qualora dovesse svilupparsi - come sembra - un vortice depressionario potrebbe pescare aria umida e mite dal nord Africa.

Ma qual è l'ago della bilancia? Sicuramente l'Alta Pressione delle Azzorre. In questo ore si sta spostando in pieno Atlantico, abbandonando l'Europa occidentale. Ma sarà un abbandono definitivo o rimarrà a ridosso delle coste occidentali con la propaggine orientale? Ecco, l'arbitro della partita è l'Alta delle Azzorre e il suo posizionamento in campo. Per avere una risposta definitiva dovremo attendere che si disputi il match, o perlomeno che avvenga la designazione.

A quel punto, volente o nolente, dovremo prendere atto della vittoria - o sconfitta - di una delle due squadre. Ma c'è la possibilità del pareggio? Sì, dobbiamo dirvi che c'è. Anzi, potrebbe rappresentare la soluzione più equa, capace di distribuire il freddo tanto sulla Spagna quanto sull'Italia. Insomma, la partita sta per cominciare, mettiamoci comodi perché da qui a qualche giorno ne vedremo sicuramente delle belle.

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina