Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Meteo Giornale »

L'evento meteo di portata storica

immagine 1 articolo 55396

1929, 1956, 1985, 2012... annate storiche, annate durante le quali le condizioni meteo fecero parlare di sé. Ovviamente d'Inverno, perché l'Inverno è la stagione che - vuoi o non vuoi - scatena l'immaginario collettivo.

Si pensa al gelo, si pensa alla neve, si pensa a un trimestre stile "Siberia". Ma ci si scorda, a torto o ragione, che siamo in Italia. Siamo circondati dal mare, siamo a latitudini temperate, significa semplicemente che affinché il gelo possa raggiungerci debbono verificarsi una serie di condizioni favorevoli.

METEO al 21-22 Gennaio, INVERNO entrerà nel vivo con rischio GELO

Anzitutto debbono verificarsi determinate dinamiche atmosferiche, ad esempio quelle dinamiche che stanno condizionando questo scorcio di stagione (ma che rischiano di ripercuotersi per un'intera stagione). Una volta che tali dinamiche hanno preso il sopravvento non è mica finita! Abbiamo necessità che altri tasselli s'incastrino a dovere determinando in tal modo l'esplosione dell'Inverno.

Eppure, a pensarci bene, se togliamo di mezzo il 2012 (non perché sia stato meno importante) le altre annate non godevano certamente di tutta la tecnologia previsionale attuale. Ed allora, vi siete mai chiesti se i meteorologi dell'epoca quali il grande indimenticabile Baroni erano riusciti a inquadrare la situazione settimane prima? Vi siete mai chiesti se per caso erano riusciti a prevedere l'ondata di gelo soltanto qualche giorno prima? Beh, potrebbe essere.

Dal freddo Artico al GELO siberiano: scenari meteo possibili

Che cosa significa? Vuol dire che in epoca moderna abbiamo sì la possibilità di seguire le dinamiche atmosferiche con settimane di anticipo. Vuol dire che sì, abbiamo la possibilità di consultare tutta una serie di studi scientifici capaci di descrivere al meglio gli effetti di determinati fenomeni (leggasi "stratwarming" o riscaldamento stratosferico). Ma non vuol dire che l'atmosfera, essendo un sistema caotico, sia in grado di regalarci sorprese inaspettate.

Ed è per questo che non diamo nulla per scontato. In giro per la rete si legge di tutto e di più, si legge lo scoramento di taluni causa non adeguata propagazione dello strawarming ma si leggono persino proiezioni mirabolanti destinati a consegnarci la storia meteorologica. Beh, sappiate una cosa... al momento la verità non la sa nessuno. Sappiamo che continuerà a far freddo, a strattoni, sappiamo anche che le condizioni per un'ondata di gelo rilevante potrebbero crearsi in quatto e quattr'otto. Poi, da lì all'esasperazione dei toni ce ne passa.

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina