Meteo Giornale » Archivio » Buongiorno Italia »

Freddo Artico in marcia verso sud, METEO pronto a cambiare

immagine 1 articolo 55361

Stiamo assistendo a un temporaneo miglioramento meteo che trae spunto dall'allontanamento dell'aria gelida orientale e dal passaggio di testimone col freddo Artico.

La propaggine dell'Alta Pressione delle Azzorre assicura prevalente stabilità atmosferica, ma essendo appunto un'appendice non è in grado di ostacolare le perturbazioni provenienti da nord e da est. Stavolta arriverà dai quadranti settentrionali, dal nord Europa, sarà un nucleo d'aria molto fredda che fin da stasera approccerà le Alpi innescando forti nevicate sui versanti sopravento. Sui crinali soffieranno venti burrascosi, raffiche di foehn valicheranno i confini gettandosi in direzione del Nord Italia.

Contestualmente avremo i primi effetti dell'avvicinamento del nucleo freddo, ovvero un'accentuazione del Maestrale sulla Sardegna e del Libeccio sul Tirreno centro meridionale. Venti che anche in questo caso porterà delle nubi, con possibilità più concreta di qualche pioggia sui settori occidentali dell'Isola ma soprattutto nelle regioni che si affacciano sul Tirreno meridionale. Quindi tra Campania, Basilicata e Calabria, ma non mancheranno sconfinamenti in direzione della Sicilia e delle coste ioniche (sempre Calabria ma anche Puglia).

Trattandosi di Libeccio sarà temporaneamente più mite, quindi ci aspettiamo un rialzo delle temperature tant'è che la quota neve migrerà al di sopra dei 1000-1200 metri. Temperature che comunque saliranno transitoriamente su tutte le regioni, in attesa che dalla prossima notte riprendano a calare e che mercoledì mettano a segno un vero e proprio tracollo.

Proiettandoci nelle prossime 24 ore possiamo dirvi che l'irruzione artica sarà fulminea, acuta, che porterà freddo e un rapido peggioramento con rischio neve su varie regioni d'Italia sin sulle colline. Ma per i dettagli, ovviamente, vi rimandiamo ai prossimi approfondimenti.

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina