Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Meteo Giornale »

Previsioni meteo mondiali a rischio stop. Sarebbe un caos anche per l'Italia

immagine 1 articolo 55319

Buona parte delle previsioni meteo mondiali, quelle disponibili nelle principali app meteo, nei maggiori siti web del Mondo, provengono dall'America, esattamente dagli Stati Uniti dove da due settimane un grave problema finanziario lascia senza stipendio milioni di dipendenti pubblici, tra questi anche quelli che elaborano i maggiori modelli matematici mondiali, ma non solo. A che coloro che elaborano tutti i dati meteo mondiali che vengono ceduti ai Enti Meteo del Pianeta.

Quasi tutti i dipendenti pubblici americani continuano a lavorare senza stipendio, garantendo l'erogazione dei servizi.

NASA, NOA e quindi le numerose istituzioni pubbliche che ne derivano, non ricevono più finanziamenti dallo Stato, in quanto la legge del bilancio U.S.A. è bloccata in Parlamento.

È una situazione, che se dapprima pareva sbloccarsi, attualmente secondo i giornali americani, non vede vie di sbocco. E nel frattempo i dipendenti pubblici rimangono senza stipendio.

"In una conferenza stampa recensita, venerdì, nel Giardino delle rose della Casa Bianca, Trump ha sostenuto che lo shutdown potrebbe andare avanti «per mesi o anni, anche fino alle elezioni» e ha minacciato di dichiarare un'emergenza nazionale pur di erigere il Muro."

Insomma, il problema è politico, e appare grave, anche se poi sicuramente, ci auguriamo prevalga il buon senso e si risolva.

Ma la situazione americana è davvero grave: potrebbero essere bloccati buona parte dei servizi: fermarsi i treni, gli aeroporti, gli ospedali, etc.. Insomma, sarebbe veramente il caos, perché spesso sottovalutiamo l'importanza USA nella nostra Civiltà, ma un problema loro può diventare nostro. Ma noi non ci occupiamo di politica, ma osserviamo che avviene negli USA per conoscere cosa potrà succedere nel Mondo.

La mancanza di fondi economici potrebbe bloccare l'erogazione dei dati dei maggiori modelli matematici di previsione, ostacolando perciò lo sviluppo delle previsioni meteo.

Direte, in Europa abbiamo il nostro modello matematico, e ci riferiamo ad ECMWF. Ma la meteorologia moderna è connessa tra Istituti mondiali. In certi ambiti non c'è concorrenza commerciale, bensì cooperazione, e i dati dei centri meteo americani sono indispensabili per lo sviluppo delle previsioni meteo anche del modello matematico europeo.

L'assenza di danari potrebbe bloccare i dati meteo provenienti dai satelliti americani (utilizzati anche da noi), come i rilevamenti meteo provenienti da buona parte del Mondo. Va ricordato che tutti i dati rilevati nel Pianeta affluiscono nei grandi server americani del NOA, Ente che ha minacciato la sospensione dell'erogazione dei dati.

Ciò vuol dire che verosimilmente anche il modello matematico europeo potrebbe patire dell'assenza di questi dati, sempre che non si trovino delle alternative che non ci sono note.

Insomma, quello che per noi europei, italiani sembra distante anni luce, potrebbe colpirci e lasciarci al buio delle previsioni meteo, con conseguenze inimmaginabili. Pensate solo alla impossibilità di diffondere le preziose allerta meteo.

La sospensione dell'erogazione del servizio meteo mondiale potrebbe essere la buona occasione per comprendere l'importanza delle previsioni meteo.

Pubblicato da Federico De Michelis

Inizio Pagina