Meteo Giornale » Archivio » News Clima »

Meteo, terremoti e vulcani, influenzati da Minimo Solare

immagine 1 articolo 55079

I cambiamenti meteo climatici di questi ultimi mesi sono sotto gli occhi di tutti, così che una delle maggiori preoccupazioni nei Paesi Occidentali è rappresentata dai cambiamenti climatici che provocano condizioni meteo del tutto inattese.

Abbiamo più volte detto che siamo in una fase chiamata Minimo Solare, dove le macchie solari sono pressoché assenti o nulle. Gli astronomi prevedono che l'attuale Minimo Solare possa durare vari decenni, forse sino a 2045 (TBD Minimo Solare 2014-2045), un periodo ben oltre la media di 11 anni.

Il Minimo Solare, secondo l'opinione degli scienziati con l'ausilio di dati e rilevamenti, genera un calo della temperatura media del Pianeta. In tale circostanza il calo termico diminuirebbe gli effetti del Global Warming, e questo potrebbe abbassare l'attenzione da parte di molti Stati sugli effetti delle emissioni di sostanze dette "gas serra", con conseguenze che in futuro potrebbero essere preoccupanti.

Ma ancora, gli scienziati, con numerose pubblicazioni hanno dimostrato una correlazione tra Minimo Solare ed un aumento di terremoti ed eruzioni vulcaniche.

"Gli autori delle ricerche sostengono che i grandi minimi solari rappresentano un fattore determinante nell'innescare forti terremoti e gigantesche eruzioni vulcaniche." La causa sarebbero i raggi gamma provenienti dal Sole.

Il Minimo Solare sarebbe quindi un pericolo per il clima terrestre, ma soprattutto per il rischio che si possano verificare disastrosi terremoti. Inoltre, gigantesche eruzioni vulcaniche, con le emissioni di polveri in atmosfera, accentuerebbero la dimensione del calo della temperatura planetaria.

L'argomento necessita di un ampio approfondimento, considerato che il materiale disponibile sull'argomento è notevole, faremo degli approfondimenti tematici.

Per concludere, se tutto ciò fosse vero, ovvero, se la scienza nel suo insieme non si sbaglia, vedremo numerosi eventi estremi nel Pianeta i prossimi anni.

Pubblicato da Daniele Morelli

Inizio Pagina