Meteo Giornale » Archivio » Focus Meteo »

Meteo domani, nuova PERTURBAZIONE entra nel vivo. NEVE anche a quote basse

immagine 1 articolo 54747

L'Italia è nel pieno di una fase meteo decisamente invernale. La situazione attuale vede infatti un ulteriore netto calo delle temperature, per il persistente afflusso di masse d'aria fredde d'origine artica da nord/est, pilotate da un anticiclone il cui fulcro si è andato a posizionare in Scandinavia.

Il freddo, pur non eccezionale, sta toccando la fase apicale un po' su tutta Italia, anche al Nord dove si sono avute forti gelate fino in pianura. Avremo quindi un ulteriore calo termico, ma come complicazione stiamo assistendo all'avvicinarsi di una prima perturbazione da ovest, associata ad infiltrazioni atlantiche.

Freddo in aumento, gelate più diffuse. Ecco le temperature previste

Dal contrasto di queste differenti masse d'aria avremo un peggioramento e si creerà una situazione favorevole al ritorno del maltempo invernale. Il freddo resisterà infatti al Nord e su parte delle regioni centrali, mentre aria più mite inizierà a risalire sul resto della Penisola.

Vediamo più nel dettaglio l'evoluzione meteo per domani, giovedì 13 dicembre giorno di Santa Lucia. Il peggioramento, entrato nel vivo dalla notte, determinerà precipitazioni principalmente al Centro-Sud e sull'Emilia.

METEO. Paesaggi imbiancati da graupel o neve tonda. Ecco di cosa si tratta

immagine 2 articolo 54747

La prima perturbazione porterà fin da inizio giornata precipitazioni principalmente al Centro-Sud, prima sulle aree tirreniche e poi sui versanti adriatici. I fenomeni risulteranno più frequenti al Sud. Attese nevicate lungo l'Appennino Centro-Settentrionale a quote attorno ai 400/800 metri, oltre i 1000/1200 metri al Sud.

METEO inverno 2018: scenario gelido secondo la Stampa inglese

In giornata precipitazioni deboli sconfineranno verso l'Emilia Romagna, Basso Piemonte, Liguria e poi localmente anche le pianure venete, specie i settori meridionali. Su queste regioni la neve potrà spingersi fino attorno ai 200/300 metri, ma non è escluso che a tratti la neve possa cadere anche sulle pianure, specie in caso di fenomeni a tratti moderati.

Un secondo impulso perturbato si approssimerà da ovest alla fine di domani, con piogge e rovesci a partire dalla Sardegna. Anche questa seconda perturbazione avrà come target soprattutto il Centro-Sud, con precipitazioni attese venerdì. Altra neve a bassa quota, ma debole, si potrà avere su alcune aree del Nord-Est.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina