Meteo Giornale » Archivio » Focus Clima »

Estremi meteo impressionanti in Europa, prima della svolta dell'Immacolata

immagine 1 articolo 54547

I primi giorni di dicembre hanno visto l'Europa climaticamente spaccata in due. Da una parte il freddo ed il gelo hanno prevalso sulle nazioni orientali del Continente, con temperature inferiori alla norma anche di 4-6 gradi, se non di più a ridosso delle sponde occidentali del Mar Nero.

Uno scenario del tutto opposto si è invece avuta sull'Europa Occidentale ed in parte sulle nazioni occidentali del Continente, con il ritorno del caldo anomalo dovuto alla spinta del flusso mite oceanico. La colonnina di mercurio si è portata oltre la norma anche di 5/6 gradi tra Francia, Belgio e ovest Germania.

Anche l'Italia ha beneficiato di questo clima mite poco invernale in questo avvio di dicembre, sebbene con anomalie termiche decisamente meno accentuate rispetto a quelle registrate sul resto dell'Europa Centro-Occidentale.

Ora l'aria mite tende a spingersi verso est, ma un cambiamento imponente appare ormai prossimo a realizzarsi. Il flusso mite lascerà di nuovo spazio alle invasioni d'aria fredda fino alle nostre latitudini e per l'Immacolata l'inverno tornerà in scena anche sull'Italia.

Il cambiamento atteso dal weekend dovrebbe rappresentare una svolta davvero importante, in quanto gran parte d'Europa verrà probabilmente inglobata, a seguire, da una saccatura d'aria molto fredda, alimentata da contributi d'aria ancor più rigida dall'Artico Russo.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina