Meteo Giornale » Archivio » Terremoti »

Nuovo sciame sismico sul Vesuvio, grande allarmismo fra la popolazione

immagine 1 articolo sciame sismico vesuvio grande allarmismo fra la gente

Frequenti scosse di terremoto sono state registrate nella zona del Vesuvio tra gli ultimi giorni di novembre e questo inizio di dicembre. Notevole la quantità di eventi sismici, oltre una cinquantina di cui alcuni di magnitudo superiore a 2, chiaramente percepite dalla popolazione in taluni casi scesa in strada.

Si tratta di terremoti molto superficiali con ipocentro collocato appena ad 1 o 2 chilometri di profondità e pertanto anche scosse di magnitudo bassa possono creare apprensione. L'ultimo evento rilevante risale alla notte fra il 2 ed il 3 dicembre, alle ore 00:42, con magnitudo 2.4 nell'area del cratere del Vesuvio.

Alaska terremoto 7.0, danni ingenti, situazione, video

Non si può negare che si siano diffusi allarmismi sui social, che stanno creando panico alla popolazione dell'area vesuviana, complici anche i ritardi sul fronte dei piani di evacuazione. Tuttavia, quanto sta accadendo non deve destare alcuna preoccupazione

A tranquillizzare gli animi è intervenuta la direttrice dell'Osservatorio Vesuviano Francesca Bianco, che ha sottolineato come le scosse di questi giorni rientrano nella normale attività del vulcano. Da quando la rete di monitoraggio è attiva si sono sempre alternati periodi di maggiore sismicità con periodi di piatta.

Oltre 30 scosse di terremoto sull'Etna, allarme per sciame sismico

I dati di tutte le reti di monitoraggio che attualmente ci sono nell'area vulcanica non indicano nessun cambiamento di stato. L'allerta è a un livello ordinario base, questo significa che nessuno dei parametri costantemente monitorati è anomalo.

Ricordiamo che il Vesuvio è uno fra i vulcani maggiormente sorvegliati al mondo proprio per la sua estrema pericolosità che incombe addirittura su due milioni di persone. Resta pur sempre un vulcano attivo che non ha più avuto eruzioni dal 1944, e che in futuro, non si sa quanto, erutterà nuovamente.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina