Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

METEO - Torna il caldo anomalo su gran parte d'Europa, inverno messo KO

immagine 1 articolo meteo torna il caldo anomalo europa inverno in crisi

Attualmente il clima è rigido su parte d'Europa, perlomeno sulle nazioni centrali e soprattutto quelle orientali dove si è radicato il grande freddo al suolo, dopo giorni di afflusso di masse d'aria artica provenienti dalla Russia.

L'Europa Occidentale e mediterranea è invece alle prese con il clima più mite per il predominio di correnti oceaniche. Nei prossimi giorni il flusso mite atlantico s'intensificherà sensibilmente, inoltrandosi con prepotenza nel cuore del Continente.

Meteo invernale. GELO in Europa Orientale, è arrivato il freddo russo

Ci attende un cambio di scenario davvero totale, in quanto le correnti occidentali da ovest verso est determineranno l'interruzioni dei flussi freddi da nord ed inoltre scalzeranno anche lo strato d'aria gelida predominante sulle aree centrali e orientali del Continente.

Le vivaci correnti occidentali porteranno mitezza, con temperature che saliranno ben oltre la norma. Inoltre si avranno venti a tratti tempestosi sull'Europa Centro-Settentrionale, a causa del gradiente barico fra il forte anticiclone sull'Europa Mediterranea e le bassa pressioni delle alte latitudini.

METEO ITALIA: anticiclone ma temperature minime FREDDE

La cartina mostra l'espansione dell'aria calda in Europa nel corso della prossima settimana, tanto che fra il 5 e il 6 dicembre registreremo anomalie termiche notevoli, fino a 8 gradi sopra la norma su parte del Centro Europa, Regione Alpina, Francia e parte della Penisola Iberica.

Anche l'Italia sarà pienamente coinvolta dal respiro d'aria mite fuori stagione. Per un cambiamento anche sensibile dovremo attendere il weekend dell'Immacolata quando le correnti oceaniche rallenteranno e potrebbe aversi un'irruzione fredda e perturbata, associata ad una saccatura, fin sul Mediterraneo.

Meteo settimana prossima: Anticiclone, ma di breve durata, poi peggiora

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina