Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Meteo TEMPORALESCO prima del previsto, i dettagli, ultimo aggiornamento

immagine 1 articolo 52708

Un super anticiclone, alimentato da un flusso africano, si protende verso l'Italia garantendo un'appendice di meteo d'estate, ma diversamente dalle precedenti proiezioni non riuscirà a mettere radici sul bacino del Mediterraneo, tali da portare perenne bel tempo.

Anzi, insidie, temporalesche continuano ad essere presenti nella parte occidentale del Mediterraneo, con forti temporali tra Penisola Iberica, Baleari e Algeria.

immagine 2 articolo 52708

immagine 3 articolo 52708

Già oggi l'anticiclone raggiungerà la sua massima forza ed anche il caldo toccherà il picco maggiore, con temperature anche che potranno sfiorare in qualche località i 35 gradi. A seguire, l'anticiclone subirà un parziale cedimento per l'incunearsi di una pur modesta ondulazione ciclonica.

Ormai da vari giorni osserviamo disturbi meteo di non poco conto appena ad ovest dell'Italia, con temporali tra Penisola Iberica e Baleari. Essi assumono anche forte intensità, ed hanno causato anche molti danni in Spagna e Algeria, con alluvioni lampo e grandine.

L'attività temporalesca sfonderà verso est, coadiuvata da infiltrazioni instabili che approfitteranno dell'indebolimento dell'anticiclone. Ma sarà solo una situazione temporanea, seguirà ancora una volta, l'alta pressione.

Questo peggioramento meteorologico avviene con anticipo rispetto alle tempistiche ipotizzate in precedenza. Fenomeni temporaleschi giovedì raggiungeranno il Nord Italia, già stanotte e domani la Sardegna, per poi raggiungere anche le regioni Tirreniche e la Campania, con instabilità in rapida accentuazione.

I temporali si manifesteranno a macchia di leopardo.

Naturalmente, queste turbolenze provocheranno un inevitabile calo delle temperature, ma anche un contenimento del tasso di umidità. Come detto, l'indebolimento del campo di alta pressione sarà comunque temporaneo, in quanto nel weekend tornerà più forte garantendo bel tempo e un po' di caldo.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina