Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Meteo turbolento: burrasche in rotta Nord Italia. In Francia alluvioni

immagine 1 articolo 52173

Meteo turbolento in Europa, dove si va attenuando l'eccezionale ondata di calore che ha determinato il record di temperature estreme nella Penisola Iberica, Francia, Benelux, Germania, Scandinavia. Caldo che è stato "rotto" da una serie di fronti perturbati oceanici.

Sono comunque perturbazioni estive, quindi meno estese di quelle autunnali. E' maltempo di breve durata, siamo d'Estate.

Tali fronti hanno generato, a causa dei forti contrasti termici, temporali di violenza inaudita, con alluvioni lampo, procurando disastri in varie località.

Nelle ultime ore, ingenti temporali hanno interessato la Catalogna, i Pirenei ed il sud della Francia. E dal sud francese giungono immagini di alluvioni lampo. I temporali di forte intensità interessano la costa della Provenza, fenomeno insolito con tale intensità prima di Ferragosto.

Il caldo ha dato anche un record di caldo a Berlino, dove la temperatura ha raggiunto prima della burrasca i 38°C. Valore mai misurato in precedenza. Qualche giorno fa, in centro città a Parigi c'erano stati 39°C. In Belgio, per evitare danni alle autostrade, sono la superficie stradale è stata ricoperta di sale, proprio come avviene d'inverno per prevenire il ghiaccio.

Quello descritto è meteo estremo, come lo sono tutti i fenomeni atmosferici insoliti, quelli violenti, ma anche quelli di caldo, ovviamente.

Ma adesso si cambia, o quantomeno, ci sarà un cambiamento in alcune parti d'Italia. Al Centro e Sud avremo meno temporali, mentre al Nord i temporali sono in arrivo.

Quest'oggi una certa attenzione la indirizziamo alla Francia, dove osserviamo la presenza di masse nuvolose che sono causa di turbolenza, con temporali violentissimi che producono molte migliaia di fulmini, grandine, nubifragi e furiose raffiche di vento.

Tale massa d'aria instabile si metterà in moto verso est, e raggiungerà il Nord Italia, dove nei prossimi giorni si avranno molti temporali.

Pubblicato da Alessandro Arena

Inizio Pagina