Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Non c'è spazio per troppo CALDO, il meteo cambierà in fretta

immagine 1 articolo 51789

Ora, giustamente, si sta parlando delle condizioni meteo che caratterizzeranno il weekend ed in particolare si sta discutendo dell'ondata di caldo - la seconda - dal nord Africa.

Ma la domanda che in tanti si staranno ponendo, visto che stiamo entrando nel periodo vacanziero per antonomasia, è quanto durerà. Sarà Estate duratura o dovremo sopportare altri scossoni temporaleschi? Le temperature si assesteranno o continueranno ad andare su e giù? Possiamo rispondervi, ma non prima di rammentarvi alcune peculiarità della stagione in corso. La prima è certamente la dinamicità. Dinamicità che va avanti fin dai primi di giugno, dinamicità che nel bene o nel male sta condizionando anche il mese di luglio (pur con sfaccettature differenti). L'altro peculiarità risiede in alcune configurazioni climatiche - a livello globale - decisamente diverse dagli anni scorsi. Alcuni pattern stanno penalizzando, o favorendo (a seconda dei punti di vista), l'Europa.

Ciò premesso, rispondiamo ai quesiti precedenti dicendovi che anche stavolta avremo un'ondata di caldo di qualche giorno. Fin da lunedì prossimo arriverà aria relativamente fresca dall'Oceano Atlantico e potrebbe segnare un cambio di passo destinato a protrarsi fin verso fine mese. Le temperature dovrebbero calare, ovunque, anche perché tornerebbero a soffiare venti occidentali localmente sostenuti. Temperature che si riporterebbero verso valori più consoni al periodo, diciamo pure in media stagionale.

Teniamo conto anche di un altro elemento: l'instabilità. A seconda del grado di incidenza dell'aria fresca atlantica potrebbero scatenarsi i temporali. Probabilmente al Nord, meno al Centro Sud, ma laddove andranno a manifestarsi incentiveranno - per ovvi motivi - cali termici più violenti (anche se temporanei).

Insomma, come vedete non c'è spazio per un'Estate tremendamente calda. Siamo distanti anni luce da quanto accaduto nelle precedenti stagioni estive e possiamo tranquillamente affermare che è un bene. Certo, sarebbe meglio non avere tutti gli eccessi meteo climatici fin qui registrati, ma meglio tali eccessi piuttosto che avere anomalie a senso unico. Poi, che le condizioni meteo si stiano estremizzando è tutto un altro discorso.

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina