Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Modelli »

Meteo evoluzione: Vortice Polare, novità rilevanti verso l'Europa

immagine 1 articolo 49210 Elaborazione grafica di mappa derivante dall'elaborazione dei modelli matematici di previsione meteorologici.

Meteo evoluzione: Vortice polare verso lo split

I modelli fisico-matematici continuano a proporre un vortice polare (VP) molto disturbato,
in progressivo sfaldamento a causa dei frequenti attacchi da sud delle onde subtropicali. In particolare sarà molto attiva l'onda pacifica che, coadiuvata da quella nord-atlantica spostata verso l'area scandinavo-russa, indebolirà sempre di più il VP. A inizio terza decade, potrebbe avvenire lo split, ovvero un taglio del VP in vari noccioli in grado di scendere verso latitudini temperate.

Ondate di gelo sulle aree temperate

Potrebbero staccarsi dal Polo Nord almeno tre noccioli gelidi.
Il primo, davvero imponente, sembra in grado di colpire duramente l'Estremo Oriente, con particolare riferimento a Mongolia, Cina, Coree e Giappone.
Un secondo nucleo gelido colpirà per l'ennesima volta l'America del Nord, Canada e Usa centro-orientali.
Infine, un terzo nucleo freddo sembra in grado di colpire l'Europa.

E l'Italia?

Dobbiamo spiegare che stiamo parlando di una evoluzione meteo a medio-lungo termine, e quindi a incerto valore predittivo: in altre parole servono nuove conferme nei prossimi giorni.

Nelle ultime elaborazioni l'onda fredda che colpirà l'Europa sembra essere in grado di fare irruzione anche sull'Italia, sostenuta a ovest dal blocco anticiclonico azzorriano.
Se le cose dovessero andare come indicato nella nostra carta emisferica a base GFS,
l'Italia andrebbe incontro a una fase fredda intensa.

Considerazioni finali

Dobbiamo infine ribadire che chi dava l'inverno per defunto solo qualche giorno fa dovrà presto ricredersi. La notevole debolezza del VP, ben indicata anche dall'AO index che spesso andrà in territorio negativo nel corso di gennaio, favorirà intense ondate di gelo in aree generalmente temperate. Il Nord-America ne ha già sperimentato alcune. Presto toccherà anche all'Estremo Oriente e probabilmente anche il Vecchio continente potrebbe assaggiare un po' di freddo polare.

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina