Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Modelli »

In arrivo acuto maltempo, molta neve sui rilievi

immagine 1 articolo 48927

8-15 dicembre: treno di perturbazioni sull'Italia

Ormai sta per iniziare la fase di maltempo che abbiamo descritto nei precedenti editoriali.
Una serie di perturbazioni impatterà contro l'Italia, saranno almeno tre sino al 15-18 dicembre.
Sarà un'occasione ghiotta per fare il pieno di neve sulle Alpi, e in parte anche sugli Appennini. Per il discorso neve in pianura le cose si fanno più complesse.

L'evento nevoso in pianura è a tutt'ora da confermare, esistono le possibilità che il cuscinetto d'aria fredda resista all'assalto dei venti meridionali, oppure che venga scalzato.
Questa tendenza sarà da confermare (dalla Redazione di Meteo Giornale).

Altalena termica: neve o non neve in pianura?

immagine 2 articolo 48927

Dopo la prima irruzione artica, 8-10 dicembre, molto acuta, si verranno a creare le condizioni ottimali per avere un cuscino freddo in Val Padana. Il problema sarà che l'ingresso della saccatura dell'11 dicembre è ora visto dai modelli molto sud-occidentale, in grado quindi di richiamare forti correnti sciroccali sull'Italia (vedi diagramma termico di Milano).

Il cuscino freddo sarà messo a dura prova, e resisterà solo nelle regioni nord-occidentali, a partire da quelle più riparate come il cuneese e aree limitrofe. È probabile che possa fioccare sulla Lombardia occidentale e sul Piemonte, mentre sull'Emilia occidentale potrebbe verificarsi il terribile gelicidio. Altrove pioggia.

Questa tendenza sarà da confermare (dalla Redazione di Meteo Giornale).

Anche in Appennino avremo all'inizio della prossima settimana pioggia sino a quote elevate, a parte l'Appennino ligure versante padano. Successivamente le temperature scenderanno e dopo il forte richiamo sciroccale la neve ritornerà a quote più consone al periodo.

Questa tendenza sarà da confermare dalla Redazione di Meteo Giornale)

immagine 3 articolo 48927

Rischio nubifragi e super nevicate alpine

Piuttosto la perturbazione dell'11 dicembre sembra in grado di provocare nubifragi sull'area ligure-toscana, mentre la neve cadrà copiosissima sino a fondovalle sulle Alpi centro-orientali, come possiamo vedere nella carta Lamma.
Questa tendenza sarà da confermare (dalla Redazione di Meteo Giornale).

Torna il freddo dopo 13 dicembre
Nuove irruzioni artiche porteranno di nuovo venti freddi settentrionali sull'Italia.
Saranno nuove occasioni per neve sui monti e forse anche in pianura.
Questa tendenza sarà da confermare (dalla Redazione di Meteo Giornale).

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina