Meteo Giornale » Archivio » News Meteo Italia »

Neve e gelo eccezionali! Record di freddo battuti al Sud, gelo anche al Nord

Dopo una lunga attesa di quasi 4 anni, alla fine è arrivata una grande ondata di freddo sul suolo italiano. Che come al solito non ha colpito tutte le regioni allo stesso modo, perché l'Italia è lunga e larga e le condizioni meteo molto raramente sono univoche.

Gelo pazzesco a Napoli, battuto il record di freddo assoluto!

La giornata del 7 gennaio 2017 non è stata solo molto nevosa nelle regioni meridionali, in particolare in Puglia, Molise, sud Abruzzo, Campania interna, Basilicata, tratti di Calabria e di Sicilia, ma anche molto fredda. È stata addirittura la giornata più fredda del nuovo millennio con una media nazionale di -1,12°C, superando il 17 dicembre 2010 la cui media era stata di -0,56°C.

Roma nella morsa del gelo, le sue fontane ghiacciate. Altri giorni sottozero

È stata eccezionalmente fredda al Sud. In Puglia, complici le nevicate, molte zone hanno avuto temperature sotto zero per tutta la giornata (giornata di ghiaccio). Lecce (Galatina) ha registrato la temperature minima di -3,6°C in pieno giorno! Ma anche dove non ha nevicato ha fatto molto freddo. Si pensi a Napoli o alle isole tirreniche come Capri e Ponza, con massime durante la giornata che si sono attestate attorno ai 2°C e minime sotto zero.

Campania, neve abbondante tra Sannio e Irpinia, fioccate e gelo fin sulla costa

Freddo e nevicate sono stati storici nel Salento, dove non nevicava così tanto fin sulle spiagge dal 2001 e non faceva così freddo di giorno da 30 anni. La neve è stata eccezionalmente abbondante nelle Murge nella zona compresa tra Bari e Taranto.

Puglia, è emergenza neve, continua a nevicare, temperature sotto zero sulla costa

immagine 1 articolo 45942 La neve davanti al mare cupo del Salento, una delle immagini più belle di questa ondata di gelo

Molise sepolto dalla neve, cartoline da Campobasso

Anche in Sicilia vi sono state nevicate fino alle coste del messinese e catanese. Diversi centimetri di neve sono caduti su Taormina e Giardini Naxos. Fiocchi di neve dopo 29 anni sono caduti persino su Catania città, con lieve accumulo al suolo in alcune frazioni collinari. Nevicate che sono state molto ingenti su colline e montagne del nord della Sicilia (Nebrodi, Peloritani) e nella Sicilia interna. Una vera bufera ha colpito Enna e altri centri dell'interno, neve è caduta anche su Caltanissetta.

Sicilia, nella notte auto abbandonate nelle strade per tempesta di neve. Nevica in costa

Gli accumuli nevosi più ingenti sono stati però appannaggio dell'Appennino meridionale, specialmente tra sud Abruzzo (pescarese, teatino) e Molise, dove nei centri montani più elevati sono caduti anche 2 metri di neve.

Se la neve è stato un affare del Sud, il freddo è giunto invece anche al Nord, sebbene in forma non eccezionale. Nella pianura friulana si sono raggiunti -12,8°C a Udine (Rivolto), -11,3°C a Ronchi dei Legionari, -10,4°C ad Aviano (vicino Pordenone), -10,3°C a Gorizia (registrati nella parte slovena della città). Temperature fino a -9/-10°C si sono raggiunte anche nelle pianure lombarda, emiliana e veneta.

Ma l'ondata di freddo non è finita ieri. Stanotte sono crollati due record di freddo assoluti. Quello di Napoli che ha raggiunto -5,7°C (precedente -5,6°C nel gennaio 1981) e quello di Lamezia Terme (Calabria) che ha raggiunto -4,9°C (precedente -4,6°C nel gennaio 1980).

E la giornata è stata ancora molto fredda, con valori diurni molto bassi su Roma - dove nel primo pomeriggio è caduto anche qualche fiocco di neve sul litorale e nei quartieri nord - e Napoli.

E nei prossimi giorni è attesa la ritornante fredda dai Balcani. Farà ancora molto freddo, nevicherà ancora... insomma avremo ancora di che parlare di questo straordinario inverno di gennaio.

Pubblicato da Redazione Mtg

Inizio Pagina