Meteo Giornale » Archivio » Curiosità »

Fukushima: robot nel cuore del reattore danneggiato, ecco le immagini

A poco più di 4 anni di distanza dal disastro nucleare occorso a seguito del maremoto e dello tsunami, un robot è stato inviato per la prima volta dentro il reattore n° 1 per cercare tracce del combustibile nucleare esausto. La missione è però fallita, nonostante si tratti del robot più avanzato del mondo. Alcune ore dopo l'ingresso nel serbatoio, il robot a controllo remoto è infatti andato totalmente in stallo, spegnendosi all'uscita per il livello di radioattività troppo alto pari a 10 sievert.

Basti pensare che radiazioni pari a 4 sievert sono capaci di uccidere un uomo, se non si interviene immediatamente. In sostanza, si è avuta la conferma che i livelli di radiazione all'interno dei tre reattori sono ancora troppo alti per consentire agli esseri umani di entrarvi fisicamente. Il robot è comunque riuscito a catturare alcune immagini dell'interno. Lo mantellamento dell'impianto di Fukushima dovrebbe durare almeno altri 40 anni e costare parecchie decine di miliardi di dollari.

Fulmini nell'eruzione vulcanica del Sakurajima: spettacolo straordinario

immagine 1 articolo fukushima robot dentro reattore danneggiato le immagini Prototipo del robot telecomandato inviato dentro il reattore nucleare

I vulcani islandesi e la minaccia al clima europeo: tutto partiva 5 anni fa

Tsunami e Fukushima: nel 2011 l'impatto impressionante dell'onda rovinosa

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina