Meteo Giornale » Archivio » News Meteo »

Mondo sottosopra, neve nel sud Mediterraneo e sud California, "primavera" in Scandinavia e Russia

L'evento meteo di fine anno 2014 è rappresentato dall'eccezionale ondata di freddo e neve che ha colpito alcune zone del Mediterraneo centro-meridionale, tra la Sicilia, Malta, la Tunisia e la Libia.

E' caduta la neve lungo le coste siciliane ioniche e meridionali in zone dove non cadeva da decenni o addirittura da un secolo, come ad esempio Capo Passero, Pachino, Augusta, Siracusa, Mazara del Vallo, Agrigento e Marsala.

E' caduta la neve a Malta dove mancava da oltre 50 anni, in Tunisia, in zone dove invece è più frequente, ma non nelle quantità di quest'anno (quasi 1 metro in certe zone di alta collina del nord-ovest) e addirittura in Libia dove eventi simili hanno tempi di ritorno lunghissimi.

Australia: caldo torrido e incendi a sud, diluvi tropicali a nord

L'ondata di neve ha colpito anche più ad est, con super nevicate in Turchia.

immagine 1 articolo mondo sottosopra neve sud mediterraneo california primavera scandinavia russia Kalaa Senan innevato, tavolato a 800 metri di quota in Tunisia, da twitter@Al_Pacino_

Ultimo giorno del 2014 storico. Neve anche in Libia!

Ma non è finita qua, il mondo sembra essersi per qualche giorno capovolto, perché mentre la Scandinavia sperimentava una scaldata primaverile, mentre in Gran Bretagna si registrava il 1° dell'anno più caldo da quasi un secolo e il gelo spariva dal centro e nord Europa, le nevicate raggiungevano il Sud della California e l'Arizona, interessando anche il Grand Canyon e il Deserto del Mojave.

E il freddo anomalo arrivava nel Sahara algerino e addirittura fin quasi nell'Africa equatoriale.

Grand Canyon tutto innevato: evento inusuale e spettacolare, le immagini

E il caldo? La Siberia, nonostante varie località continuino a scendere sotto i -50°C, nel suo settore centrale ha vissuto le ultime due settimane caldissime, in rapporto alle proprie medie, con anomalie termiche positive che localmente hanno superato i 10 gradi.

Scaldata di inizio anno nella Russia centrale europea, il 3 gennaio Mosca ha registrato una giornata senza gelo, con 0,8/2,6°C di estremi termici. Ma in Russia è già tornato il freddo, questo pomeriggio (5 gennaio) nevica su Mosca e San Pietroburgo con temperature rispettivamente di -12°C e -9°C!

Forti nevicate nel nord-ovest della Tunisia. Video da Maktar

Temperature sopra media nelle ultime due settimane anche in Kazakistan, Astana il 25 dicembre ha registrato una massima sopra zero per la prima volta dal 12 novembre, ma poi è tornato più freddo con nuove nevicate e temperatura scesa fino a quasi -23°C ad inizio anno.

Australia divisa tra caldo torrido a sud e piogge torrenziali nelle regioni del nord-ovest, dove l'estate è la stagione delle piogge. Approfondimenti in questo articolo dedicato.

Tre metri di neve in Giappone. Neve fino a Kyoto, Nagoya e Osaka

Forti temporali in Sud America. Tra il 31 dicembre e il 1 gennaio, nel sud del Brasile sono caduti in 30 ore 145 mm in 30 ore a Irai e 100 mm a Sao Luiz Gonzaga. Ancora maggiori le piogge in Paraguay, fino a 218 mm in 24 ore a Capitan Meza. Forte temporale anche sulla capitale Asuncion, 94 mm in 24 ore (67 in 6 ore) tra il 1° e il 2 gennaio. Il 3 gennaio di nuovo forti piogge in Brasile, 85 mm a Tarauaca e 54 a Fortaleza. Il 4 gennaio ancora sugli scudi il Brasile, con 101 mm a Ivai in 3 ore (133 in 24 ore), 81 mm in un'ora a Maringa e 95 mm a Poxoreo Poxoreu.

Gelo nel Sahara algerino

Capodanno nel Regno Unito: per alcuni è stato il più caldo del secolo!

Forte scaldata di Capodanno nel Nord Europa, ma anche forti venti e pioggia congelante

Ondata di... quasi freddo nel Sahel e Golfo di Guinea!

Ondata di freddo nel Sud California e Arizona, gelo e rare nevicate fin nel deserto

Super nevicate in Turchia. Imbiancata anche Istanbul

Pubblicato da Giovanni Staiano e Massimo Aceti

Inizio Pagina