Meteo Giornale » Archivio » News Meteo »

Grandi nevicate dopo il caldo in Europa. Gelo estremo in Groenlandia e Scandinavia

Ribaltone meteo in mezza Europa. Dopo il caldo dei giorni scorsi, un po' tutta l'Europa occidentale ha fatto i conti con l'intensa perturbazione arrivata da nord-ovest, che ha portato piogge alluvionali in Francia, Italia e sud Svizzera e grandi nevicate in montagna, dalla Cordigliera Cantabrica alle Alpi.

Il 3 e 4 novembre foehn in Germania, Svizzera e Austria con temperature di oltre 20 gradi (approfondisci), tra il 4 e il 5 novembre è giunto intenso maltempo in Svizzera, con isoterme via via fredde che hanno portato, tra il 5 e il 6 novembre, a nevicate fino a bassa quota e a grandi accumuli di neve sulle Alpi.

immagine 1 articolo grandi nevicate dopo il caldo in europa gelo estremo in groenlandia e scandinavia Per una volta nelle news dal mondo abbiniamo una foto che viene dall'Italia, esattamente da Livigno. Da twitter@Livigno

Svizzera, dall'estate all'inverno in 24 ore. Foto della neve

Anche in Spagna pioggia e neve in montagna sono susseguite all'eccezionale ondata di caldo durata praticamente tutto il mese di ottobre. Approfondisci.

Diluvi nel sud della Francia, fino ad oltre 300 mm in 24 ore, nubifragio su Nizza con strade allagate e aeroporto chiuso. Leggi l'approfondimento.

Piomba nel gelo il nord Scandinavia. Prima nevicata a Stoccolma

Prima della fase di maltempo, il 1° novembre in Olanda è stato stabilito il nuovo record di caldo nazionale mensile. Approfondisci.

Bufera di neve nel Maine, nel nord-est degli USA, la prima dell'anno, fino a 50 cm di accumulo nell'interno e 20 cm in riva all'oceano. Leggi e guarda le foto.

Ribaltone meteo in Spagna, dal caldo record alla neve a quote basse

Primi -40°C della stagione in Groenlandia a livello del mare. Kap Morris Jesup, il secondo punto di terra emersa più a nord del mondo, è scesa fino a -43,7°C. Lo stesso identico valore è stato raggiunto dalla siberiana Ekyuchchyu, mentre Verhojansk si è fermata a -42,8°.

Gelo intensissimo nel nord della Scandinavia, fino a -27,7°C a Karasjok. Prima nevicata a Stoccolma. Leggi l'articolo dedicato.

Paesaggi fiabeschi dalle Alpi Svizzere: la nevicata di Wengen

Caldo in Tunisia martedì 4 e mercoledì 5 novembre, con massime diffusamente sopra i 27°C, grazie al flusso caldo che precede la maestosa perturbazione che ha colpito l'Europa occidentale e l'Italia. Queste alcune massime del 4 novembre: El Borma 29,6°C, Jendouba 28,4°C, Beja 27,9°C, Bizerte 27,8°C, Tabarka 27,7°C, Tunisi 27,6°C, Djerba 27,5°C, Kairouan 27,3°C. Il 5 novembre: El Borma 31,2°C, Medenine 30,2°C, Djerba 29,7°C, Gabes 28°C, Tunisi 27,8°C, Monastir 27,7°C, Kairouan 27,1°C. Alcune medie delle massime di novembre, in °C: Kairouan 21,6, Djerba 21,3, Tunisi 20,5, Jendouba 20,4.

Maltempo in Israele lunedì 3 novembre. All'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv un temporale ha scaricato 60 mm nella mattinata, mentre nel mare di fronte alla città si sono sviluppate numerose trombe marine. Lo stesso temporale ha scaricato 33 mm nella vicina stazione di Bet Dagan. Foto e video nel seguente articolo.

Le precipitazioni alluvionali di ieri in Italia, superati i 400 mm in 24 ore

Nubifragio a Buenos Aires, con strade allagate, abitazioni evacuate e partita del River Plate sospesa. Approfondisci.

Diluvio ma anche gran neve nel sud della Svizzera

Mega temporale a Buenos Aires, allagamenti, evacuazioni e partita del River Plate sospesa

Foehn in Baviera, Svizzera e Austria, temperature oltre i 20 gradi

Record di caldo nazionale olandese novembrino a Ell

Diluvio in Francia meridionale, una vittima nelle Alpi Marittime

Spettacolare maltempo su Israele: cade grandine grossa, su Tel Aviv una tromba marina

Pubblicato da Giovanni Staiano e Massimo Aceti

Inizio Pagina