Meteo Giornale » Archivio » Buongiorno Italia »

Ci risiamo: preoccupante ondata di maltempo al Centro Nord

immagine 1 articolo ci risiamo preoccupante ondata di maltempo al centro nord Ecco uno scorcio di Limone Piemonte, una delle prime località ad essere investite dal nuovo peggioramento. Si nota chiaramente come abbia ripreso a nevicare fitto. Fonte Info Gate. Venti da sud, a testimoniare l'intensità della perturbazione in arrivo. Nubi pesanti, anzi, pesantissime solcano i cieli delle regioni di ponente. Ha cominciato a piovere in Sardegna, su Lazio, Toscana e Nordovest. Nevicate sono riapparse sulle Alpi occidentali dopo una tregua effimera. Ingredienti che adornano un piatto ben più corposo tanto da rendersi difficile da mandar giù. Le precipitazioni diventeranno rapidamente forti, localmente violente, e ci accompagneranno nell'arco dell'intera giornata.

Abbiamo citato i venti meridionali perché ci dicono che la struttura perturbata, proveniente da ovest, dopo aver raggiunto la Penisola Iberica è scivolata sul Nord Africa. Avremo a che fare con lo Scirocco, o con l'Ostro. Dopodiché avverrà la rotazione da Libeccio, ma solo in un secondo momento. Solo in Val Padana, altra consuetudine di un certo tipo di scenari, la ventilazione risulterà più debole e orientale. Ci sarà da prestare attenzione alla pericolosa linea di confluenza che si verrà a creare in Liguria: sul Ponente sfocerà la Tramontana, mentre sul settore centro orientale affluirà il più mite Libeccio dal Mar Ligure.

Il vento potrebbe risultare localmente burrascoso, come nel caso dello Scirocco sul medio-alto Adriatico piuttosto che del Libeccio sul Canale di Sardegna e lungo i crinali appenninici centro meridionali. In tema di precipitazioni, avremo piogge a carattere torrenziale sul Levante Ligure e nelle province settentrionali Toscane, in successiva espansione verso il Lazio. Forti rovesci, anche in forma temporalesca, dovrebbero investire la Sardegna occidentale.

L'ATLANTICO fa ancora paura: guardate che Basse Pressioni!

Per quel che concerne le Alpi, confermiamo l'ennesima eccezionale nevicata di quest'anno. Nevicherà anche a quote collinari, senza escludere locali sconfinamenti nei fondivalle e in pianura sul Piemonte. La quantità risulterà notevole sui settori centro orientali, soprattutto al di sopra dei 1000 metri, con accumuli che andrà a sfiorare - o addirittura a raggiungere - il metro. Concludiamo dando cenno del tempo all'estremo sud e in generale sulle coste Adriatiche: a parte qualche annuvolamento di poco conto, il tempo sarà discreto o addirittura buono.

La tregua di metà mese. Quanto durerà e come finirà

Altra sfuriata di maltempo con maxi neve sulle Alpi, svolta verso metà mese

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina