Meteo Giornale » Archivio » News Clima »

SOLE e possibile minimo di Maunder, rischio raffreddamento globale?

Il sole rappresenta un po' quella che può essere la variabile impazzita sull'evoluzione del clima dei prossimi decenni, in quanto il suo andamento potrebbe completare ribaltare tutte le supposizioni fatte finora in merito alle previsioni del futuro, ovvero collegate ad un riscaldamento globale destinato ulteriormente a crescere nei prossimi anni e decenni per colpa principalmente dell'uomo. Per minimo di Maunder si intende una fase con attività solare molto bassa caratterizzata da pochissime macchie sulla superficie solare. Il numero di macchie solari è correlato con l'intensità della radiazione solare. Tra il 1645 e il 1715, durante il cosiddetto minimo di Maunder, esse quasi scomparirono, e la Terra nello stesso periodo si raffreddò in modo consistente, un periodo che era compreso nella cosiddetta PEG. Quante possibilità ci sono perché tutto ciò possa accadere di nuovo o che si realizzi qualcosa di simile?

L'era glaciale può attendere

Il prof. Mike Lockwood della Reading University mette in guardia dal rischio che il Pianeta vada incontro ad una fase di raffreddamento globale, proprio a causa di un'attività solare che, dopo aver mostrato un deciso calo in questo ciclo, potrebbe ulteriormente indebolirsi. Una riduzione così rapida nell'attività solare per Loockwood non si sarebbe mai verificata negli ultimi 10.000 anni. Questa decrescita così eccezionale nel breve periodo potrebbe a pensare ad una possibilità del 30% che si possa ripetere a breve un minimo di Maunder e non sarebbe nemmeno da scartare l' l'ipotesi di un nuovo minimo di Dalton. Si tratta di scenari che ovviamente indurrebbero riflessi sul clima terrestre, facendolo raffreddare e andando così a contraddire la maggior parte di simulazioni, non ultima quella dell'ultimo rapporto dell'IPCC. Nell'immagine in basso l'indebolimento dell'attività solare dal ciclo 22 al ciclo 24.

immagine articolo sole minimo di maunder rischio raffreddamento globale

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina