Meteo Giornale » Archivio » Focus Clima »

Copertura nevosa eccezionale nel Nord Emisfero: record assoluto a dicembre

La Rutgers University mostra l'anomalia maggiore della superficie innevata sul nostro Emisfero nel mese di dicembre.

Riecco l'INVERNO, primi effetti dello STRATWARMING dal 10?

immagine 1 del capitolo 1 del reportage copertura nevosa record emisfero boreale dicembre Record Copertura Nevosa nel Nord Emisfero, come si evince dal grafico dei dati delle anomalie della superficie innevata del mese di dicembre dal 1966 ad oggi. Fonte Rutgers Univeristy

COPERTURA NEVOSA notevole nel Continente Europeo

RECORD INNEVAMENTO A DICEMBRE - Proseguono le eccezionali performance legate all'estensione del manto nevoso sull'Emisfero Settentrionale: già fra ottobre e novembre si era avuto il record di copertura per quanto concerne l'Eurasia. Nel mese di dicembre la situazione è ulteriormente migliorata, come si può apprezzare nel grafico in alto prodotto dalla Rutgers University: mai dal 1966 ad oggi si è raggiunta un'estensione di copertura nevosa così elevata, con anomalia di quasi 3.5 milioni di chilometri quadrati in più rispetto alla norma. Se confrontassimo con il dicembre 1980 (il mese peggiore), emerge che quest'anno la superficie nevosa occupa addirittura 9 milioni di km quadrati in più rispetto a 32 anni fa.

AUMENTO ESTENSIONE NEVOSA - Risulta molto interessante osservare alcuni dati statistici: prendendo per esempio i grafici legati alle anomalie della copertura nevosa nel nostro Emisfero non solo a dicembre, ma anche nei mesi di gennaio, emerge come nell'ultimo decennio vi sia una tendenza a livelli di estensione innevata più elevati in media rispetto gli anni '80-'90. Lo stesso discorso si può fare per febbraio ed è certamente un aspetto curioso nell'ambito di un riscaldamento generale del clima, che tuttavia fra le sue varie sfaccettature non vede un riscaldamento così sensibile delle stagioni invernali e non a caso negli ultimi anni vi è stato spazio anche per alcune ondate di gelo importanti, fra le quali possiamo citare quella del febbraio 2012, ma anche il dicembre 2010 in Europa.

immagine 2 del capitolo 1 del reportage copertura nevosa record emisfero boreale dicembre Anomalie della Copertura Nevosa nel Nord Emisfero nei mesi di gennaio dal 1966 al 2012. Si nota nell'ultimo decennio una tendenza al rialzo rispetto al periodo precedenti Fonte Rutgers Univeristy

QUALI RIFLESSI SUL FUTURO DELL'INVERNO? - Il record della superficie innevata a livello emisferico nel mese di dicembre è stato incentivato anche dall'arrivo di abbondanti nevicate negli USA, che in precedenza erano mancate. Di certo, in attesa degli scenari gelidi che potrebbero aversi nella seconda metà di gennaio (con il concorso delle dinamiche nella Stratosfera), questa dell'innevamento potrebbe giocare ulteriormente a favore: ricordiamo che più copertura nuvolosa produce maggiore albedo e raffreddamento dei suoli, con maggiore input per formazione di anticicloni termici come quello siberiano, la vera fabbrica del gelo.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina