Meteo Giornale » Archivio » Media News »

Riscaldamento globale bloccato dal 1997? A sostenerlo è il Met Office

Non si evince nessun significativo aumento del global warming dal 1997 ad oggi.

Record storico massima estensione ghiacci Antartide: conferme NASA

immagine 1 del capitolo 1 del reportage riscaldamento globale bloccato met office Questo grafico mostra come, dal 1997 ad oggi, il trend del riscaldamento è rimasto pressoché stabile, senza subire ulteriori accelerazioni.

Regno Unito, si profila un autunno di piogge record

FRENA IL GLOBAL WARMING - Il riscaldamento del clima si sarebbe sostanzialmente arrestato in questi ultimi 16 anni, secondo i ricercatori del Met Office: i nuovi dati (raccolti da oltre 3.000 punti di misura di terra e di mare) rivelano che, a partire dall'inizio del 1997 e fino ad agosto del 2012, non si intravede alcun aumento significativo nei dati aggregati delle temperature medie globali, che oscillano di anno in anno soprattutto per effetto di importanti eventi climatici quali El Niño/La Niña. Questa pausa nel riscaldamento globale starebbe durando lo stesso tempo del periodo di precedente forte riscaldamento, quando le temperature erano costantemente salite dal 1980 al 1996. Prima di allora, le temperature si erano invece mantenute pressoché stabili o in diminuzioni per circa 40 anni. Dal 1880, quando è iniziata la raccolta dei primi dati affidabili su scala globale, il mondo si è riscaldato di 0,75 gradi Celsius.

Settembre 2012, il più caldo di sempre a livello globale

AMPIO DIBATTITO - Questa nuova pubblicazione appare in netto contrasto con i dati precedenti sei mesi fa, che erano stati resi noti solo alla fine del 2010, un anno molto caldo. In quel momento si evinceva una leggera tendenza al riscaldamento dal 1997, ma poi il 2011 ed i primi 8 mesi del 2012 sono stati più freschi, ridimensionando completamente il trend del riscaldamento. Questo sostanziale dietrofront ha provocato già molte reazioni contrapposte nel mondo scientifico, soprattutto fra i fautori del riscaldamento globale antropico, che sostengono come siano dati ancora troppo approssimativi e di breve periodo per poter tirare le somme. Di certo un rallentamento del global warming ci sarebbe stato ed in molti si chiedono se le proiezioni per il futuro, improntate ad un riscaldamento climatico ulteriore molto superiore rispetto all'ultimo trentennio, non siano eccessivamente spropositate

immagine 2 del capitolo 1 del reportage riscaldamento globale bloccato met office Iceberg galleggianti in Groenlandia: i ghiacci artici si stanno sciogliendo sempre più, ma il riscaldamento climatico non si è accentuato negli ultimi 15 anni.

CONCLUSIONI - Più volte noi sul Meteo Giornale abbiamo evidenziato come il trend al riscaldamento sia un fatto indubbiamente comprovato, perlomeno sulla base dei dati ufficiali. D'altronde la lieve frenata del riscaldamento globale negli ultimissimi anni è avvenuta con combinazione di fattori favorevoli, fra i quali la bassa attività solare e ripetuti episodi di raffreddamento dell'Oceano Pacifico (La Niña). Basti pensare che ora, con un El Niño pur molto debole, l'ultimo settembre sarebbe stato il più caldo a livello globale sulla base dei dati di temperature della NOAA. Si tratta di dati in apparenza stridenti, ma in realtà saranno fondamentali i prossimi anni per capire quanto incisivo sia il riscaldamento globale attuale.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina